04/08/13

Pompeo 2013

"TUTTO QUELLO CHE VEDO E' UN MINUSCOLO PUNTINO.."
Talking Heads, Drugs - Fear of music



<<Pompeo s'era svegliato nel suo letto  e preparava con soddisfazione la prima pera della giornata, nel modo che preferiva, cioè senza levarsi dal letto, avendo l'occorrente, compresa acqua e limone, apparecchiato a portata di mano prima di coricarsi. Mentre premeva lo stantuffo in un ennessimo risucchio, lo sguardo spillato si posò su uno dei numerosi orologi che formavano la sua "piccola collezione", senza però cavarne alcuna informazione, scivolando poi sul primula dalle sedici memorie inusate, affondato tra le pieghe del piumino. Dovette allora, scalzo, correre nello studio per rimettere al suo posto la cornetta dell'altro telefono di casa, che egli sollevava ogni notte per tema d'essere disturbato. Se avesse semplicemente staccato le spine, la suoneria, autonoma, avrebbe trillato lo stesso.  Se ad essere sganciato fosse stato il ricevitore del primula, il segnale acustico l'avrebbe tenuto sveglio. Tornò a letto , accese una sigaretta, ripiegò il cuscino dietro la nuca, allungò un braccio a raccogliere il libro che stava leggendo dal tappeto di moquette, e lo sistemò, aperto sul petto col dorso in alto. Quindi prese il telefono e compose il 190, ultime notizie Rai. Ascoltò le prime due. Non era successo niente, riattaccò e chiuse gli occhi...

Tornando a casa, Pompeo pensa:
Vivo sulla lama, mi com/muovo nei bassifondi, parlo con ricercati dallo stato, brigo, mi procuro e dilapido milioni, poi, rischio, mi struggo, mi umilio, mi arrendo, poi..mi faccio e tutto torna bello, più splendente di prima !!
L alternativa è la birreria, il lavoro, il risparmio, il normale sfaldarsi del corpo, lo studio, lo scemo naturale, il simpatico, l'antipatica, due + due fa quattro, sveglia alle otto, viaggi, incidenti, cene d'affari, e non valgono quei personaggi più di quell'altri, mutuati della felicità. Palle, anche lì..palle peggio di qua. Vuoi mettere risorgere, risorgere, risorgere..Vuoi mettere..>>




POMPEO è un poema che il disegno segue, ed esaspera, sottolineandone il carattere istantaneo, diaristico della sua scrittura. A proposito dell'eroina, Andrea narra in questa storia tutto l'orrore, la bassezza che sono parte caratteristica dell'argomento, e la narra quasi con amore, ma come se volesse per questo salutare tutto ciò.. La vera forza del racconto sta nella sfrontatezza,  e durezza delle sue pagine, che pure rivelano il coraggio di chi si mette sempre nella condizione di non avere niente da perdere, ma nella struggente dolcezza e dolce successione delle sue parole..
Maria Comandini Pazienza 



Pompeo in Cold Turkey

 
Un libro da leggere nelle scuole - Visionario, allucinato, ricchissmo di citazioni, testi e ipertesti, rimandi subliminali in 180 pagine, Gli ultimi giorni di Pompeo è il libro che si dovrebbe far leggere in tutte le scuole se si vuole comunicare, senza ipocrisia e senza sconti, ai giovani cosa significa essere tossicodipendenti, quale sia la spirale di godimento e autodistruzione che avvinghia un essere umano in preda alla roba, e a quali svolte brutali e vicoli ciechi porti. Pompeo è un magma, un viaggio nell'inconscio e anche la tragicomica cronaca di una vita scandita dalle dosi, dai conflitti interiori, dalla rabbia per essersi autodivorati e dall'orgoglio di non voler mai cedere del tutto al senso di colpa. Il tratto di Paz è vulcanico, cita la storia dell'arte, quella del fumetto, ha dentro la rabbia punk e la malinconia di una vita borghese raggiunta e aborrita in un secondo. La storia del disegnatore di successo tormentato da un amore finito e dalla seduzione-lotta tossica echeggia la vita di Andrea, questo è ovvio, ma va oltre. Diventa parabola, diventa quasi mitologia (da qui la scelta di nomi epici come Pompeo e Mallardo, rifilati per accostamento irriverente a peromani persi nel vuoto di una vita risucchiata dalle siringhe e dai "tirelli"). Diventa memoria di un sé consumato, diverso dal "supereroe" ventenne che affascinava il mondo con i suoi disegni e stregava le donne con il suo fascino tenero e malandrino.
C. Sanna 

Pompeo in Pdf