24/07/15

Musica e Tecnologia: L' incredibile US Festival 1982/83'

'US Festival 1982/83'

L'US Festival è il nome di due eventi musicali organizzati nei primi anni ottanta da Steve Wozniak, co-fondatore della Apple Computer. La prima edizione si svolse nel weekend del Labor Day nel 1982 mentre la seconda durante il weekend del Memorial Day nel 1983. Wozniak pagò per la demolizione e la ricostruzione di un nuovo spazio a cielo aperto destinato ad ospitare un palcoscenico d'ultima generazione presso il Glen Helen Regional Park vicino a Devore, San Bernardino, California.

Fu un evento che ha avuto un impatto incredibile sul mondo del rock and roll. Nonostante si svolse per due soli anni, gettò le basi per tutti i festival rock a venire, dal Lollapalooza al Outside Lands, fino al Coachella, etc., di cui godiamo ancora oggi. Erano tempi difficili per i grandi raduni: per decenni i festival erano mal visti e evitati dalle città, la paura di scontri e violenze era molta, Altamont era ancora nel ricordo di tanti. Nonostante questo, ..<<La maggior parte delle persone non sa di cosa stiamo parlando...>> dice Barry Fey, uno dei maggiori promoter di concerti americani.
Il Festival nacque da un idea di Wozniak, co-fondatore della Apple, idea che aveva come principio di mettere in risalto e unire musica e tecnologia, e un nuovo modo di pensare. Oltre alla musica, ci furono collegamenti via satellite con l'Unione Sovietica durante i due eventi, che furono arricchiti da molte innovazioni tecnologiche d'avanguardia: fu una delle prime volte che si utilizzarono mega schermi video durante un concerto. 

Il primo Festival nel 1982 vide le esibizioni di gruppi rock classici e new wave come i Police, i Ramones, Talking Heads, e Tom Petty & The Heartbreakers, così come artisti provenienti da altri generi. Si stima che circa 425.000 persone presero parte all'evento di quell'anno.
L'edizione del 1983 del Festival portò le cose ad un livello maggiore, di professionalità e organizzazione. Nella ricordi di molti, il fulcro della manifestazione fu l' Heavy Metal Day, che vide le esibizioni dei Quiet Riot, Motley Crue, Ozzy Osbourne, Judas Priest, Triumph, Scorpions e di Van Halen. Fu proprio Steve che volle assolutamente David Bowie alla manifestazione, nonostante i problemi di organizzazione, di spazio e di budget.

"Io amo David ...e questi sono i miei soldi e il mio festival.. "
Il promoter Barry FeyFey chiamò Bowie, che era in un tour europeo per promuovere 'Let Dance'. Bowie rispose:<< Dovremo interrompere il nostro tour e noleggiare un 747 per portare le nostre attrezzature..>>. David Bowie partecipò con un compenso di un milione e mezzo di dollari, quanto Van Halen, fino ad allora l'artista più pagato e anche più criticato. Quando Frey comunicò le spese, Wozniak si strinse nelle spalle.

I Clash, di cui abbiamo già postato il live a S. Bernardino, organizzarono una conferenza stampa e vomitarono veleno soprattutto contro Van Halen, che era un loro obiettivo particolare, e per esprimere il loro disappunto, minacciando di non suonare.
Alla fine cedettero e, come ricorda Fey, gli organizzatori del festival si presero una piccola vendetta, facendo scorrere sullo schermo del video - durante il loro set. - la cifra che il gruppo ottenne per la loro esibizione: mezzo milione di dollari.
Wozniak perse un sacco di soldi su entrambi i festival. L'US Festival ha vissuto per anni solo nella memoria e anche, in forma tangibile, grazie ad alcuni video e registrazioni provenienti da archivi privati. Ora verrà pubblicato un documentario/concerto su Dvd: "USA Festival 1983: Giorni 1-3", già in digitale su iTunes, sarà pubblicato in DVD il 3 dicembre dalla MVD Entertainment..

"Dissero che non potevamo farlo, che era troppo costoso, troppo ingombrante. Abbiamo dimostrato che si sbagliavano. Era il momento giusto per questo tipo di festival. C'era uno spirito, una spinta all'unità iniziava a diffondersi. Abbiamo cercato di catturare quella spinta. Penso che alla fine ce l'abbiamo fatta.."
Steve Wozniak

Nel video, il set completo al US Festival dei Wall of Voodoo, con l'ultima apparizione di Stan Ridgway con la band e di seguito quello dei Ramones.




 

Queste le incredibili Line-Up dei due eventi/concerti:

Labor Day Weekend, 1982

Venerdì 3 settembre
Gang of Four
The Ramones
The English Beat
Oingo Boingo
The B-52's
Talking Heads
The Police

Sabato 4 settembre
The Joe Sharino Band
Dave Edmunds
Eddie Money
Santana
The Cars
The Kinks
Pat Benatar
Tom Petty & the Heartbreakers
Prima video conferenza tra USA e URSS

Domenica 5 settembre
Breakfast with the Dead (Grateful Dead)
Jerry Jeff Walker
Jimmy Buffett
Jackson Browne
Fleetwood Mac

Memorial Day Weekend, 1983

Sabato 28 maggio (New Wave Day)
Divinyls
INXS
Wall of Voodoo, ultimo concerto di Stan Ridgway con i Wall of Voodoo
Oingo Boingo
The English Beat
A Flock of Seagulls
Stray Cats
Men at Work
The Clash, ultimo concerto di Mick Jones con i The Clash.

Domenica 29 maggio (Heavy Metal Day)
Quiet Riot
Mötley Crüe
Ozzy Osbourne
Judas Priest
Triumph
Scorpions
Van Halen

Lunedì 30 maggio (Rock Day)
Los Lobos (solo sul palco laterale)
Little Steven & The Disciples of Soul
Berlin
Quarterflash
U2
Missing Persons
The Pretenders
Joe Walsh
Stevie Nicks
David Bowie

Sabato 4 giugno (Country Day)
Thrasher Brothers
Ricky Skaggs
Hank Williams, Jr.
Emmylou Harris & The Hot Band
Alabama
Waylon Jennings
Riders in the Sky
Willie Nelson
Gerald Ray Band