18/05/13

Frank Zappa: Tengo na minchia tanta (Vs PMRG)

"Ahhh, tengo na minchia tanta.. Devi usare un pollo, se me la vuoi tastar. Guarda che se la mangia, e mentre se la sta a pappà, chiedimi che cosa fa: ma è chiaro! Se la sta a succhia". (Tengo na minchia tanta: in italiano nel testo). 
"Voglio dire che le mie attuali necessità, insomma, quello che voglio è una fica, calda, succulenta, umida, comoda, gocciolante, una bella fica, liscia e morbida con la quale, come posso dire, ecco, che ne dici se saltiamo nella tua macchina e ci facciamo una scopata?. (Do you like my new car?)
"La dimensione del pene mi preoccupa. Non riesco a dormire la notte, a causa della dimensione del pene... Ti preoccupi e ti lamenti che la dimensione del tuo pene non sia abbastanza mostruosa?". (Penis dimension) 

Furono testi come questi a sollecitare le prurigini del PMRG contro Frank Zappa. Zappa divenne l'acerrimo nemico del Parent's Music Resource Center, l'associazione di mogli di senatori americani intenta alla salvaguardia della morale dei minori americani traviata dalla musica pop e rock. Prima del PMRG, però, c'era stato il processo dell'Old Bailey di Londra che vedeva Zappa opporsi alle istituzioni della Regina: Frank Zappa davanti alla Suprema Corte di Giustizia inglese. Lui aveva citato la Corona in giudizio per rottura di contratto in quanto un suo concerto con la Royal Philarmonic Orchestra e le Mother of Invention per le prove della musica di 200 Motels alla Royal Albert Hall era stato annullato. La Corona si difese accusando Zappa di oscenità in seguito alla denuncia di un suo membro, l'impiegata ("zitella", così definita negli atti ufficiali) Marion Herrod. Il processo toccò alte vette di comica assurdità, quando l'avvocato di Zappa, Sig. Ogden, si confrontò con quello della parte opposta, sig. Campbell, davanti al giudice Mocatta, e nella difesa dello stesso Frank Zappa, interrogato sulle sue canzoni. Alcune di queste furono prese come prova, come Would you got all the way? ("Ci staresti a far tutto per gli Usa, Ci staresti a far tutto per l'Uso?"), Lonesome Cowboy Burt ("Sono Burt il cowboy solitario.. ti pagherò un assaggio e potrai sederti sulla mia faccia. Dov'è la cameriera? Opal, Cagna in calore") e Shove It Right in ("La sua amica è sotto la doccia, si esercita, fa pratica, ci prova! Una mezza dozzina di posizioni provocanti! Esce dalla doccia, si schiaccia i brufoli. Poi si lava i denti e si mette il deodorante sulla fica - la cosa la eccita.. Posizioni provocanti! Dammene una lunga!.. da sbattere! E puoi tirarlo fuori e sbatterglielo dentro ancora"). Questo è un esempio di come si è svolto il dibattimento raccontato dallo stesso Zappa nella sua autobiografia scritta con Pete Occhiogrosso.

(Riguardo la canzone Lonesome Cowboy Burt)
Domanda:
Le sarei grato se potesse spiegarci il significato di questa frase: Ti pagherò un assaggio e potrai sederti sulla mia faccia..
Risposta di Zappa: Ti pagherò.." si riferisce all'acquisto di una bevanda alcolica per la cameriera, quanto a dedersi sulla sua faccia fa riferimento alla cameriera che.. si siede sulla sua faccia.
D: Questo è un riferimento sessuale?
R: Non necessariamente. Può anche indicare un giro a cavalluccio in una posizione insolita..
D: Parla seriamente?
R: Certo!
D: Ti comprerò una bevanda alcolica e potrai fare un giro a cavalluccio sulla mia faccia?
R: No, non è quello che dice.
D: Avevo capito questo. Ho capito forse male?
R: No, è aperta, tanto a quella quanto ad altre interpretazioni.
D: Ma lei che l'ha scritta doveva pur avere in testa qualcosa..

Interviene il giudice Mocatta: Cosa significa "Potrai sederti sulla mia faccia?"
R: Che qualcuno può sedersi sulla vostra faccia..
Il giudice dopo aver ascoltato le parti ed esaminato i testi sentenziò che "il materiale non era da ritenersi osceno". 

Ma fu un episodio minore rispetto al conflitto con l'PMRG. Tutto nacque dalle proteste di Zappa per l'assoggettazione della RIAA (Recording Industry Assiciation of America: l'associazione dei discografici americani) alla lobby del PMRG che imponeva la censura ad un certo numero di canzoni pop e rock alla radio (pena la revoca della licenza) e il bollino che dichiarava il linguaggio esplicito e osceno dei testi delle canzoni contenute nei dischi ritenuti offensivi.  Frank Zappa cominciò la sua guerra pubblicando una lettera aperta sulla rivista musicale Cashbox intitolata "Estorsione pura e semplice". Questi alcuni passaggi della lettera:<< Con tutto il dovuto rispetto a Stan Gortikov e alla RIAA, vorrei chiedervi un pò di attenzione per esprimere le mie sensazioni personali a proposito dell'indebita decisione di chinare la testa al PMRG riguardo la classificazione dei dischi...

Siamo di fronte ad un caso che ha l'aria di essere una vera e propria estorsione. La RIAA deve ballare a comando per le casalinghe di Washington oppure l'industria dovrà fare i conti con il peso dei loro famosi mariti (...) L'estorsione è ancora un atto illegale. Nessuna persona sposata o legata a rappresentanti del governo dovrebbe avere il permesso di sprecare il tempo della Nazione in progetti da casalinghe in malafede come questo.>>

Ma le casalinghe in malafede continuarono nella loro crociata e la lettera di Zappa non la considerò nessuno. E allora lui scrisse al Presidente degli Stati Uniti dell'epoca, Ronald Regan:<<Sig. Presidente, sebbene sia fortemente contrario a molte scelte della sua amministrazione, non ho mai messo uin dubbio che le sue vedute personali sui temi costituzionali fondamentali fossero sincere. Vorrei conoscere la sua opinione sul programma di censura discografica sponsorizzata dal PMRG,,organizzazione che coinvolge mogli di rappresentanti del governo (...) Le pare giusto che la gente non abbastanza fortunata da essere sposata a una superstar del Campidoglio debba tenere la bocca chiusa mentre le mogli di Washington giochicchiano con la macchina legislativa?>>

Il presidente non rispose. Non rispose a questa domanda nè a tutte le obiezioni che poneva Frank Zappa contro l'idea propagandata dalle mogli dei senatori che il sesso fosse peccato dando così "un contributo decisivo a istituzionalizzare il preconcetto nevrotico che da lavoro ai pornografi". Poi il Presidente, in un comizio a Crystal City in Virginia, affermò che tutti coloro che lavorano nell'industria discografica sono pornografi. E Zappa allora si rivolse al Congresso il 19 settembre del 1985 difendendo il primo emendamento della Costituzione e smontando ogni debole teoria sulla pericolosità del porno rock ( come il fatto che non sia scientificamente provato che ascoltare certa musica porti al crimine) e tutelando la possibilità di masturbarsi perchè la pratica non è illegale. Metteva inoltre in evidenza il fatto che le prigioni federali non erano abbastanza grandi per metterci tutti i ragazzini che esercitano tale pratica. Concludendo con un attacco al fondamentalismo religioso del PMRG: << Le pratiche religiose di un individuo sono una questione privata e non dovrebbero essere inflitte al prossimo e nemmeno sfruttate da altri>>
La sua dichiarazione, nonostante non facesse una piega, non servì però a nulla, e dal primo novembre del 1985, i dischi proibiti iniziarono ad uscire con l'adesivo " Avviso ai genitori - Contenuti espliciti."
Frank Zappa si batterà fino alla fine per la libertà d'espressione della musica rock, in televisione come sui giornali e nelle sedi politiche, e fece anche un suo personale adesivo per Thing Fish con scritto:
"Questo disco contiene materiale che una società veramente libera non dovrebbe temere nè sopprimere (...) Vi garantiamo che il linguaggio e i concetti contenuti in questo lavoro non causeranno tormenti eterni nel luogo dove il tipo con corna e forcone conduce i suoi affari".

Nessuno finì all'inferno dopo l'ascolto dei dischi di Frank Zappa. Ma non ci finirono neanche le mogli dei senatori. Al Gore vinse le primarie ma non le presidenziali. Alla signora Tipper Gore (e ad altri censori), Todd Rundgren, musicista, amico e collaboratore di Zappa, dedicherò i seguenti versi: "I wanna fuck you, Jesse Helms, Tipper Gore and John Paul II!". Il bollino "Parental Advisory - explicit content" è  ancora in vigore. E Frank Zappa ormai non può più farci niente.
Gli scienziati credono che l'universo sia fatto d'idrogeno perchè è l'elemento più diffuso. Io dico che l'elemento più diffuso in assoluto è la stupidità.>>
Frank Zappa muore il 4 dicembre 1993 per un cancro alla prostata. Che ironia. Chissà se ha mai pensato di scriverci su una canzone. Teneva una minchia tanta, e il cervello ancora più grande..
Frank you, thank!

Rockriminal, Gilles Lacavalla