01/12/14

10 Best Books di S. King

Così si potrebbe pensare che se Stephen King - il tizio che ha scritto classici horror come Carrie e The Stand - si fosse messo a snocciolare i suoi dieci libri preferiti, avremmo sicuramente trovato opere di artisti del calibro di Edgar Allan Poe, HP Lovecraft e forse di JRR Tolkien - autori che hanno, come King, creato mondi gotici pieni di eventi soprannaturali e forze malefiche. Sorpresa, ci siamo sbagliati: niente del genere. J. Peder Zane ha chiesto effettivamente a decine di scrittori quali fossero i loro romanzi preferiti per il suo libro del 2007, The Top Ten: Scrittori scelgono i loro libri preferiti. La lista di King presentata in risposta è sotto elencata.


1. The Golden Argosy, The Most Celebrated Short Stories in the English Language – edited by Van Cartmell and Charles Grayson

2. The Adventures of Huckleberry Finn (Le avventure di Huckleberry Finn) – Mark Twain 1884

3. The Satanic Verses (I Versetti Satanici) – Salman Rushdie 1988

4. McTeague – Frank Norris (McTeague: a story of San Francisco (1900), (dove il tema della degradazione umana è svolto secondo i principî del darwinismo sociale).

5. Lord of the Flies (Il Signore delle Mosche) – William Golding


6. Bleak House (Casa Desolata) 1852 – Charles Dickens

7. 1984 – George Orwell

8. The Raj Quartet – Paul Scott 1966

9. Light in August – William Faulkner 1965 (“Non risulta aver mai utilizzato una parola che costringesse il lettore a consultare un vocabolario”).
10. Blood Meridian (Meridiano di sangue) – Cormac McCarthy 1985

Sthephen, a quanto pare, preferisce i libri che esplorano i difetti di base nel carattere umano ai racconti di fantasia. In altre parole, è più interessato a storie che sono terrificanti realtà . Il ritratto di Orwell di un uomo sotto la pressione del totalitarismo o la parabola di William Golding su un gruppo di ragazzi ben educati, che cominciano un po' alla volta a regredireche allo stato di bestie sono decisamente preoccupanti. Neanche la saga di Frank Norris sulla mendace McTeague non è molto confortante. E' triste e spettacolarmete violento Meridiano di Sangue, capolavoro di McCarthy, che potrebbe farvi strisciare in posizione fetale e piangere per l'intera umanità. (Quella è stata la mia reazione, comunque.)

La cosa che colpisce di più nella playlist, tuttavia, è come sia uniformemente intellettuale . Tutti i libri potrebbero andar bene in un programma di livello superiore di un corso universitario. D'altra parte, quando è stato chiesto a David Foster Wallace di compilare la sua lista top ten, ha inserito una massa di best seller della follia come Il silenzio degli innocenti di Thomas Harris, Al vertice della tensione di Tom Clancy e, al numero due, The Stand, (L'Ombra dello scorpione), il romanzo post-apocalittico scritto proprio da Stephen King e pubblicato nel 1978..