14/05/15

Jimmy Page and the Black Crowes: Live at Greek


"L' Imperatore Domiziano, preso dalla medesima angoscia, nel chiuso della sua camera acchiappava mosche e le infilzava, una per una, con un lungo ago: a chi chiedeva se ci fosse qualcuno nella camera dell' Imperatore rispondeva: nemmeno una mosca..."

 JIMMY PAGE

Jimmy Page and the Black Crowes Live at Greek
Di volta in volta, in tutto il primo decennio della loro carriera, Rolling Stones, Allman Brother, e ancora i Faces e via dicendo. I Black Crowes hanno subito una vera persecuzione, in fatto di paragoni e assonanze con alcune delle band che hanno fatto la storia del rock'n'roll. Così la combinazione sembrava, in un primo momento, improbabile : Jimmy Page e The Black Crowes insieme? Se poi aggiungiamo anche Internet, perché le registrazioni erano destinate solo per il mercato digitale, la sorpresa fu ancora più grande. Ma la grande musica rock nasce spesso di strani incontri, crocevia tra cultura e commercio. Sebbene Jimmy Page e i Black Crowes appartengono a generazioni diverse nell'ambito del rock e provengono dai lati opposti dell'Atlantico, hanno sempre condiviso un profondo amore per il blues e altre tradizioni musicali alle radici del rock . Dato il patrimonio comune, quindi, aveva un senso mettere su il progetto per una serie di spettacoli dal vivo. Lo sconcerto per la scelta di distribuire le registrazioni attraverso musicmaker.com, venne meno quando furono i primi artisti ad entrare nella Top 10 con un solo singolo tratto dall'album e pubblicato solo su Internet.

Non è un segreto che Jimmy Page mai avrebbe voluto sciogliere i Led Zeppelin . Senza dubbio , lo fece per rispetto alla memoria di John Bonham e alle scaramucce con Plant e Jones - ma nel profondo, gli sarebbe piaciuto andare avanti. La collaborazione con i Black Crowes sembrò rivitalizzarlo e la sua chitarra nel Live at the Greek raggiunge livelli di fuoco e di furore che mancavano ormai da anni. Anche se registrate dal vivo, le canzoni dei Led Zeppelin possono essere ascoltate nella loro forma più completa e rispettose degli originali, ed è una vera magia la compenetrazione di Jimmy, con i chitarristi dei Crowes, Rich Robinson e Audley Freed. Chris Robinson acutamente regola il suo stile al materiale senza voler sembrare Robert Plant e classici un pò oscuri come " In My Time Of Dying ", " Out On The Tiles ", " Your Time Is Gonna Come " e "Sick Again" suonano semplicemente grandiosi. "Per il loro bene (fan e critica) e per il bene del rock'n'roll", ebbe a dire Chris Robinson, che con la sua band ha trovato molti modi diversi per rielaborare le loro influenze, ma mai ha provato ad emulare la grandiosità imponente dei Led Zeppelin, tanto era il fascino e la maestosità che Page e compagni esercitavano su di loro. Chris Robinson è un cantante potente, Jimmy sembra divertirsi davvero e il risultato di questo disco doppio è un rock and roll emozionante, che entusiasmò i fan di entrambi i gruppi.

Custard Pie e i muri di casa tremano, mentre tremano i tanti fan (come me) all'annuncio di una prossima apertura di archivi zeppi di inediti. Sperando che non sia uno dei soliti raschiamenti di barile...


Jimmy Page & The Black Crowes - Greek Theater - LA -1999.10.18 - Full Concert



TRACK LIST:

DISCO UNO
“Celebration day”
“Custard pie”
“Sick again”
“What is and what should never be”
“Woke up this morning”
“Shape of things to come”
“Sloppy drunk”
“Ten years gone”
“In my time of dying”
“Your time is gonna come”

DISCO DUE
“The lemon song”
“Nobody’s fault but mine”
“Heartbreaker”
“Hey hey what can I do”
“Mellow down easy”
“Oh well”
“Shake your money maker”
“You shook me”
“Out on the tiles”
“Whole lotta love”

THE BAND
Jimmy Page: Guitars
Chris Robinson: Lead Vocals
Rich Robinson: Guitars
Audley Freed: Guitars
Ed Harsch: Keyboards
Greg Rzab: Bass
Steve Gorman: Drums
in download:
Jimmy Page & The Black Crowes - Live At The Greek -