19/01/16

Stilyagi: la musica delle ossa e il design dei libri sovietici

In particolare gli americani, sono sempre stati orgogliosi, fino alla nausea a volte, sui numerosi modi con cui la cultura pop occidentale è riuscita a penetrare nell'Unione Sovietica, seducendo i suoi giovani che andavano a letto sognando Topolino, Billie Holiday, Elvis, Star Wars.. Dal jazz dei primi decenni dopo la rivoluzione, al rock and roll degli anni '50 e ancora dopo, la gioventù sovietica bramava le vie d'Occidente, tanto che, a quanto pare, bootleg di musica inglese e americana sono stati ritrovati registrati su pellicola radiografica, in pratica musica impressa sulle lastre usate per i raggi X, che venivano recuperate dagli archivi e dai cassonetti dei rifiuti degli ospedali sovietici, prima dell'arrivo del registratore e nel corso degli anni '50, quando il vinile non era facilmente reperibile. Russi geniali iniziarono così a registrare bootleg di jazz , boogie woogie e rock 'n' roll, musica che allora era vietata dal regime, la qualità a volte era terribile, ma il prezzo era basso, un rublo o un rublo e mezzo. Spesso questi dischi contenevano autentiche sorprese per il compratore: dopo pochi secondi di rock 'n' roll, una voce beffarda chiedeva in russo: 'Allora, cosa si prova ad ascoltare gli ultimi suoni, eh ?", seguito da alcuni epiteti e insulti indirizzati agli appassionati acquirenti, poi il silenzio. "Questi "dischi" erano chiamati Roentgenizdat (stampa su X-ray) o, come disse Sergei Khrushchev (figlio di Nikita), "la musica delle ossa".

Un omaggio accattivante agli hipsters sovietici di quegli anni è il musical russo del 2008 dal titolo, ovviamente, Stilyagi (che tradotto suona come" pantaloni a vita bassa "- anche se la parola significa letteralmente" ossessionato dalla moda ").




Ora, oltre tutto questo raramente ci chiediamo cosa la cultura sovietica ha esportato mentre strombazzavamo la nostra superiorità. Tantissime cose, che non potremo stare quì ad elencare, ma alcune di queste sono alte filigrane di innovazione creativa e di bellezza estetica, come il cinema di Dziga Vertov e Andrej Tarkovskij. Il Theremin, di cui abbiamo parlato, ha radicalizzato la musica con il suo inquietante sibilo elettronico. Molto meno note, tuttavia, sono gli sviluppi affascinanti nell' animazione e nelle illustrazioni.

La maggior parte di noi, che sono lettori famelici e curiosi, e quelli che scrivono di cultura sono cresciuti pensando alle biblioteche pubbliche come fonti inesauribili di cose affascinanti da scoprire, e Biblioteca Pubblica di New York sta facendo un lavoro eccezionale, con la digitalizzazione di intere collezioni di libri, raccolte di innumerevoli argomenti, portando l'era di Internet ad un livello della , prendere che a un altro livello, rendendoli disponibile a tutti, portando così Internet in una nuova era. Grazie proprio alla Biblioteca Pubblica di New York possiamo visualizzare e scaricare
650 esempi di design per copertine e cover di libri dell'era Sovietica, pubblicate tra il 1917 e il 1942, anche sela maggior parte risalgono agli anni '30. Questa bellissima collezione offre una sguardo unico sulle tendenze del design d'avanguardia di quegli anni.

Inoltre, l'archivio offre anche un'ampia panoramica dei tipi di libri che venivano pubblicati in Unione Sovietica prima della guerra ed è improbabile che molti di questi titoli hanno visto una qualsiasi traduzione. In alcuni casi, l'autore e il titolo di alcuni di questi libri sono andati persi. Ognuna delle immagini ha un link a una pagina del database online della grande biblioteca digitale di NY, dove è possibile acquisire le informazioni di pubblicazione e scaricare le scansioni ad alta risoluzione. In alternativa si possono vedere alcune selezioni scelte dal Paris Review, che ha richiamato la nostra attenzione su questa meravigliosa collezione online.

New York on line database of “Scrapbook of Russian Bookjackets"

Paris Review