31/03/15

Creature di una nuova specie: Cream, Reunion Live



Prime creature di una nuova specie: supergruppo blues a 250 volts. Ma soprattutto, tutti e tre i componenti erano bianchi. Graham Bond Organisation, Manfred Mann, Yardbyrds, J. Mayall, era il passato e il successo arrivò subito. Tre anni in tutto, tre album ufficiali e uno postumo, tanto durò l’epopea degli dei della nuova religione: l’elettricità. Nell’era dei singoli, dei 45 giri furono loro i primi a raggiungere le vette nelle classifiche con gli album, merito più che della casa discografica, del passaparola. Quando ancora i Rolling Stones erano dei bravi ragazzi, e prima dell’arrivo del flower power i Cream si presentavano come sfolgoranti bohemiens ma con un atteggiamento di assoluta disciplina nei confronti del blues, la loro musica, grazie anche alla padronanza assoluta che i tre avevano dei propri strumenti. Una band così strutturata, con tre soli elementi effettivi che cercavano di sovrastarsi nelle lunghe improvvisazioni sul palco, e sotto gli urti delle forti e diverse personalità, non poteva durare. Le situazioni divennero castranti, e poi droga, tanta droga. Iniziò Ginger con l’eroina, poi Clapton se lo portò dietro in un delirio che continuò quando i due confluirono nei Blind Faith con Steve Winwood. Droga, la routine, i conflitti interni, la band si disintegrò. Il 26 novembre del ’68 alla Royal Albert Hall di Londra , il concerto d’addio. I tentativi furono tanti, ma nessuno dei tre aveva ceduto alla tentazione della reunion, fino al ’93, quando suonarono per l’entrata dei Cream nella Rock and Roll Hall of Fame. Poi, proprio alla Royal Albert Hall di nuovo insieme per 4 show. In uno di questi che presentiamo sotto, possiamo ammirare ancora l’assoluta maestria, soprattutto di Bruce e Baker, che comunque non si rivolgono quasi mai lo sguardo: i cenni di intesa sono tutti tra Clapton e il bassista. I concerti proseguirono negli Stati Uniti, ma dopo poche date Baker abbandona, affermando alla stampa che non voleva mai più incontrare Jack Bruce, ritornando nel suo rifugio, una fattoria in Sud Africa. Jack Bruce se ne andato il 25 ottobre 2014, a Suffolk, Regno Unito..






Song setlist:
1 I'm So Glad (James)
2 Spoonful (Dixon)
3 Outside Woman Blues (Reynolds)
4 Pressed Rat and Warthog (Baker, Taylor)
5 Sleepy Time Time (Bruce, Godfrey)
6 N.S.U. (Bruce)
7 Badge (Clapton, Harrison)
8 Politician (Bruce, Brown)
9 Sweet Wine (Baker, Godfrey)
10 Rollin' and Tumblin' (Waters)
11 Stormy Monday (Walker)
12 Deserted Cities of the Heart (Bruce, Brown)
13 Born Under a Bad Sign (Jones, Bell)
14 We're Going Wrong (Bruce)
15) Crossroads
16) Sitting On Top Of The World
17) White Room
18) Toad
19) Sunshine Of Your Love