10/08/15

Hear the World: 80 tra musicisti e celebrità dello spettacolo contro la perdita dell'udito

Jud Law
Dal 2006, la Hear the World Foundation è impegnata a migliorare la qualità della vita e la promozione delle pari opportunità per le persone con perdita dell'udito a livello globale. La Fondazione ha una particolare attenzione ai progetti che sostengono i bambini a raggiungere i loro traguardi di sviluppo e di realizzare il loro pieno potenziale nella vita, indipendentemente dalla loro perdita di udito. Ad oggi, la Hear the World Foundation ha partecipato a oltre 55 progetti in tutti i 5 continenti ed è, quindi, già dato migliaia di persone con ipoacusia la possibilità di una vita migliore.
La perdita dell'udito è ancora una questione trascurata, anche se le cifre sono eloquenti: oltre il 15% della popolazione adulta è affetto da perdita di udito, e circa la metà di questi casi avrebbe potuto essere evitato adottando misure di prevenzione. Ogni anno nascono circa 665.000 bambini affetti da perdita uditiva significativa.

L'80 per cento delle persone che hanno problemi uditivi, vivono in paesi a basso reddito e spesso non hanno alcun accesso a cure audiologiche o mediche. Ad esempio, solo uno su 40 persone con perdita dell'udito indossa un apparecchio acustico. Questo porta a gravi conseguenze: i bambini non trattati, in particolare coloro che vivono in queste regioni, non hanno quasi nessuna prospettiva per il futuro. Dopo tutto, i bambini che non sentono bene hanno difficoltà ad imparare a parlare, il che riduce le loro possibilità di ricevere una formazione e uno sviluppo adeguato alla loro età. Aiuti e assistenza audiologica e medica potrebbe ridurre di molto queste cifre. Tuttavia, l'accesso a queste cure restano al di là delle possibilità economiche della maggior parte delle famiglie.

Sonova, una delle società leader nella produzione di soluzioni uditive, ha fondato la Hear the World Foundation, organizzazione non-profitin che sostiene le pari opportunità e una migliore qualità della vita per le persone con perdita di udito in tutto il mondo. L'obiettivo della Fondazione è quello di creare un mondo in cui ogni persona abbia la possibilità di avere un buon udito.La visione del Hear the World Foundation è un mondo in cui:
    ogni persona ha la possibilità di sperimentare un buon udito,
    indossare un apparecchio acustico non è più un tabù,
   e le persone con problemi di udito godano di pari opportunità 

   rispetto ai norma-udenti. 

Sonova sostiene le persone bisognose con perdita di udito con la prevenzione e la fornitura di informazioni. Hear the World Foundation sostiene attivamente e promuove progetti che forniscono aiuto e consentire di godere di una migliore qualità della vita. La fondazione richiama inoltre l'attenzione per aumentare la consapevolezza sul problema della perdita dell'udito realizzando studi e campagne. Il supporto è fornito attraverso le risorse finanziarie, la fornitura di sistemi acustici e il dispiegamento di proprie squadre. Sonova assume tutti i costi dell'amministrazione della fondazione per garantire che il 100 per cento di tutte le donazioni vadano direttamente ai progetti.

80 tra musicisti, attori, modelle e gente dello spettacolo sono impegnati come ambasciatori dei progetti della Hear the World Foundation.
Ben Kingsley, Billy Idol, Yasmine Le Bon, Bryan Adams, Brian Ferry, Christoph Waltz, Dave Stewart, Harry Belafonte, Lenny Kravitz, Moby e tanti altri.. 

M. Shannon


P. Gabriel


Tilda Swinton


W. Wenders



Pete Townshend Pete Townshend (1945)
Musicista rock, un chitarrista, compositore e paroliere britannico, noto principalmente per essere il leader del gruppo rock The Who. Riconosciuto a lungo come uno dei più dotati e poliedrici performers della musica rock, Pete ha vissuto in pieno boom musicale britannico degli anni '60 e '70. In qualità di chitarrista e compositore del gruppo divenne la forza trainante di una delle creature più potenti, innovative e articolate del panorama rock. In concerto divenne famoso come il chitarrista più teatrale della sua generazione, al culmine degli spettacoli il colpo di grazia: la rituale distruzione della chitarra. Scrittore ed anche editore, Pete per certi versi può addirittura essere considerato un pioniere, se non un profeta, di Internet, un cui primitivo modello ("the Grid") era già presente in Lifehouse, il progetto che stava dietro ai brani poi confluiti in Who's Next. Attualmente, a causa della sua ipoacusia, indossa apparecchi in entrambe le orecchie, senza che ciò abbia influito sulla qualità della sua musica e del suo genio.