01/10/15

Heroes: musicisti che celebrano i loro idoli, che sono anche i nostri

Gli eroi dei nostri eroi..sono nostri eroi! Alcuni musicisti scelgono di celebrare i loro idoli e a nostra volta  abbiamo scelto  quelli che celebrano idoli che sono anche i nostri..Con qualche sorpresa. Buona lettura.



INTERZONE: Michael Rother
Era la metà del gruppo tedesco Neu !. Tuttavia, anche i suoi lavori da solista davvero sono indispensabili. Il suo ridurre al minimo l'uso della melodia nelle canzoni  è così.. emotivo, e allo stesso tempo anche incredibilmente orecchiabile, che posso ascoltare la sua musica in qualsiasi momento della giornata. E poi, c'è qualcosa della sua personalità che mi piace molto: lui, così tranquillo e riservato, amante dei gatti, quasi una antistar del rock. Tutto di lui è così interessante..



INTERZONE 2: Robert Fripp
I King Crimson di 'In The Court Of The King Crimson' è stato il disco che ha fatto venire la voglia a tutti di mettere su una band. È inciso nelle nostre piccole menti di bambini Dietro la musica c'era Robert Fripp, che sentiva e ci ha fatto capire che che la musica ha offerto a tutti "la capacità di rivivere la propria innocenza". Non si riesce a credere quanti gruppi, band e in generale quanta musica sia in debito con Robert Fripp e i King Crimson.


The Edge (U2): Rory Gallagher
Ho ascoltato i dischi di Rory Gallagher da quando avevo 12 o 13 anni. E 'stata la sua chitarra gloriosa che per prima mi ha ispirato veramente a prendere in mano lo strumento. Non che avessi qualche ambizione allora, se non quella di imparare a suonare. L'ho visto a Macroom nel 1976. Mi è piaciuto subito la sua musica, la sua era energia pura. Quella era l'epoca del trio: Jimi Hendrix Experience, Cream ... e Irlanda.
video: Taste Gamblin Blues

Antony Hegarty (Antony and the Johnson): Klaus Nomi 
Klaus Nomi era così ..strano che nessuno, nei negozi di dischi, sapeva in quale scaffale piazzarlo. In California, è stato visto come un "death rocker", ma a me piacerebbe andare nel mio negozio di dischi e vedere i suoi album tra quelli di Diamanda Galas, Lydia Lunch e i Christian Death. Non importava cosa stava cantando, sembrava drammatico e favoloso.




Honor Titus (Cerebral Ballzy, Attore): Stiv Bators
Stiv Bators ha avuto probabilmente la maggiore influenza sui Cerebral Ballzy. I suoi Dead Boys avevano rubato le sbruffonate sul palco a Iggy (Pop, ndr), ma chi se ne frega, cazzo? Tagliarsi farsi fare pompini sul palco era solo pura, sincera e semplice ribellione . Guardate il video di 'Is not It Fun' e vedrete cosa intendo. Un cantante con uno stile cazzuto, secondo solo a Richard Hell.

Guy Garvey (Elbow): Talk Talk
Sono stati commercializzati come band copia dei Duran Duran, e quando hanno capito cosa stava succedendo si sono ritirati in se stessi. Nei loro brani c'è sempre qualcuno disperatamente in cerca di qualcosa. Non so cosa fosse, ma devo andare da qualche parte per ascoltare quella musica. Mi hanno dato qualcosada da cercare ... qualcosa che  probabilmente non raggiungerò mai.

Lars Ulrich (Metallica): Television
 Il primo disco dei Television suona fresco ancora oggi, a tutto tondo, in modo impressionante come nel 1977. Suonarono a Copenhagen e li ho visti in quel piccolo locale. Ho avuto subito la sensazione che era una vera band e che erano realmente in comunicazione tra loro. Alcune delle canzoni del primo album, come 'Friction', erano così intriganti. 'Marquee Moon' è uno dei miei dischi segreti per il suono dei Metallica!. Sto andando provare e ...




Rhys Webb (The Horrors): Damo Suzuki
Nato in Giappone, Damo Suzuki è stato un musicista di strada in Europa, prima di entrare nei leggendari krautrockers Can nel 1970. Il suo modo di cantare unico e sgangherato, l'uso della melodia e del ritmo è senza tempo e fonte inesauribile di ispirazione. "Vitamin C' e 'Mushroom' sono ottimi esempi del suo stile funk psichedelico:, ritmiche pesanti e perfette per il dancefloor.
video: Can, Mushroom

Brian Wilson (Beach Boys): Rosemary Clooney
 Amo The Four Freshmen, ma Rosemary Clooney è l'eroina che devo menzionare qui. Lei ha scritto quella canzone, 'When You Wish Upon A Star', che ho imparato, semplicemente copiando lei. Cosa c'era in lei che mi piaceva? La sua voce! Lei era una bellissima cantante, e mi piace il suono della sua voce. Ha questo grande tono - l' ho amata per tutta la vita.
video: Manbo Italiano

Lee ‘Scratch’ Perry: Junior Murvin
Junior Murvin è un ragazzo con un enorme talento. Abbiamo fatto 'Police and Thievesi' insieme, e poi i Clash hanno fatto la cover dopo. Aveva una voce molto speciale, un falsetto come Curtis Mayfield. Una voce in falsetto internazionale, si diceva - perché lo si ascoltava in tutto il mondo. E quando ha iniziato scherzavamo nel dire che cantava come una ragazza! O, forse dovrei dire, che cantava come una signora?

Bobby Gillespie (Primal Scream): Lux Interior -The Cramps
Lux è stato uno dei grandi del rock'n'roll Showmen / sciamani. Sembrava voler scoppiare libera dal suo corpo ed esplodere outta questo mondo, prendendo il suo pubblico con lui. Lux Interior e The Cramps sono stati posseduti dal selvaggio, spirito libero di musica rock'n'roll e che è una cosa veramente bella e meravigliosa. Grazie per la musica Lux. Ci manchi.




Fab Moretti (The Strokes): Guided by Voices
La band che mi ha rassicurato: anch'io forse avrei potuto fare musica. Quando avevo 15, 16 anni, ho avuto un mio migliore amico musicista che  conosceva tutte queste nuove band. Non avrebbe mai suonato per chiunque, ma per qualche motivo lo ha fatto per me '. Ha iniziato a suonare pezzi dei Guided By Voices. Era quasi come sentirli per la prima volta.

Jack White: Son House
Quando avevo circa 18 anni qualcuno mi ha fatto ascoltare Son House. Non sapevo che si poteva fare, suonare la sua musica, ma solo cantare e battere le mani. Significava tutto il rock'n'roll, tutto ciò che riguarda l'espressione e la creatività e l'arte. Un uomo contro il mondo. 'Grinnin' In Your Face 'è la mia canzone preferita. E 'diventato la mia canzone preferita la prima volta che l'ho sentita, e lo è ancora.

Stuart Murdoch (Belle And Sebastian): Cocteaus Twins
C'era una certa tristezza  in molta della musica indipendente degli anni '80, e Dio sa che era la loro missione . Per me, il momento ideale per ascoltarli era quando restavo sveglio tutta la notte a parlare di libri e delle possibilità che esistesse la reincarnazione. Poi, barcollando tornavo a casa e ascoltavo 'Victorialand'..



Alice Cooper: Laura Nyro
Non riesco davvero a ricordare come l'ho scoperta, ma penso fu  attraverso una mia fidanzata dell'epoca. E.. WOW. Mi ha subito ricordato Broadway. Era una cantante di strada, e lei una ragazza bianca che cantava con tutte queste ragazze nere. Sono stato influenzato molto dalla sua musica, sono dipendente da tutto quello che ha cantato, da 'Eli And The Thirteenth Confession' a 'New York Tendaberry'.

Jeffrey Lewis: Tuli Kupferberg
Il mio favorito, un musicista 'cult' per me, anche se, come amava dire, non era in realtà musicalmente abbastanza esperto per essere "trasmesso alla radio". Anche attraverso incarnazioni successive ai Fugs, fino alla sua morte nel 2010, Tuli ha continuato ad arare il proprio solco, le liriche, testi meravigliosi, unici, legati alla politica, all'umanesimo, alla satira e all'indignazione, cantate con una voce che era più da "ghetto griot" (grido dal ghetto) che di un idolo pop.
video: Cia Man