10/07/15

Wire: The Scottish Play 2004 - Live

"Le incursioni dal vivo dei Wire anche in Italia, oltre che in Europa, erano negli anni passati assai frequenti. Quì i WIRE presentano uno dei loro live-act più feroci, ad alta velocità: l'ho scelto tra i tanti perchè basato soprattutto su SEND, un album che ebbe un discreto successo e che segnò dopo oltre un decennio il ritorno della band ad un suono duro, veloce, tagliente, molto vicino agli esordi punk. Il tour nel 2004 toccò anche Roma, dove andai a vederli all' Init, poco dopo aver comprato l'album che sorprese non poco: il concerto iniziò proprio come nel video che presentiamo, senza luci tanto che per la virulenza del sound non riconobbi subito i Wire, e pensando che fosse una band di spalla che apriva lo show.
Girato dall' artista visivo Tom Gidley il documento evidenzia il set completo e viscerale e deliberatamente esclude la consueta celebrazione della musica rock, del luogo e del tempo, concentrato e attento a dare allo spettatore un contatto più diretto con una band, che di solito aveva un atteggiamento spesso travisato, e che alimentava la fama dei Wire come di un gruppo enigmatico, freddo e distante.

In questo video inoltre è incluso come bonus una selezione di pezzi catturati nella seconda metà del mese di aprile del 2003 in una performance / installazione al Only Connect festival at The Barbican, London. Il set dello scenografo Es Devlin fu appositamente commissionato dai WIRE per questa performance.

The Scottish Play: 2004 è stato pubblicato il 25 Marzo 2005 su etichetta Pink Flag records.

Tracklist:
1 99.9
2 Germ Ship
3 Mr. Marx's Table
4 1st Fast
5 Read & Burn
6 The Agfers Of Kodack
7 Comet
8 In The Art Of Stopping
9 Spent
10 I Don't Understand
11 Strange
12 106 Beats That
13 Surgeon's Girl
14 Pink Flag
15 1st Fast
16 Comet
17 Spent
18 I Don't Understand

Le tracce dall' 1 alla 14 sono l'intera performance dei Wire al Triptych Festival, The Tramway Theatre, Glasgow, del 30 Aprile 2004.
Le tracce dal 15 al 18 sono tratte dal Wire's Flag: Burning performance al Barbican, Main Hall, London 26 Aprile 2003.