02/05/15

Prodotto da: Producer, Beatmaker, Trackmaster. Best

Avere una ferrea conoscenza musicale, canalizzare idee ed energie in un’intenzione creativa ben precisa, coordinare e pianificare le sessioni in studio, piazzare i microfoni per catturare al meglio i suoni, consigliare e scegliere a volte gli strumenti, la responsabilità degli arrangiamenti, ottimizzare il tempo ed il budget a disposizione. I produttori sono la parte integrante del processo di registrazione, spesso trascurata. Sono le figure che spesso fanno si che le idee si animano. Qui la lista dei "nostri" migliori produttori. Scelti in base alla musica che appunto hanno prodotto e che più ci piace: non deve meravigliare quindi se non troverete gente come Quincy Jones, Brian Wilson, Trent Reznor, considerati dei grandi. Senz'offesa..


Sam Phillips
Rock'n'roll sarebbe arrivato comunque, anche senza Sam Phillips, ma non sarebbe probabilmente stato lo stesso. Partendo dalla galassia blues, ha fondato la Sun Records e ha messo le mani nelle carriere iniziali di Carl Perkins, Jerry Lee Lewis e Johnny Cash. In realtà, era Howlin 'Wolf il suo preferito, e che Phillips considerava la sua più grande scoperta. Il secondo? Elvis Presley, a cui notoriamente scoraggiò la pubblicazione di una ballata,  cambiando così il corso della storia.

Produced: Elvis Presley, Howlin' Wolf, Johnny Cash


George Martin
Che cos'è che rende veramente grande un produttore, al di là della capacità di mettere su nastro e con successo le idee di una band? Se è quello di innovare sempre con nuove idee, (come gli accordi di 'Yesterday'), o creare gli arrangiamenti e fornire la strumentazione,  o tradurre le idee vaghe di un artista e la speranza di canticchiare una melodia tangibile su uno strumento adeguato (come ha fatto con 'Penny Lane' e il suo piccolo solodi tromba), o esplorare nuove tecniche di studio, nuove attrezzature, le firme e le dinamiche del tempo  e creare nuovi suoni magistrali,  o semplicemente per essere dietro a non meno di 30 Number Ones solo nel  Regno Unito, se un buon produttore è tutto questo, allora è difficile trovare argomenti contro Sir George Henry Martin , il quinto Beatle, e forse il più grande produttore di tutti i tempi.

Produced: The Beatles, Cilla Black, The Mahavishnu Orchestra, James Bond Live And Let Die soundtrack, Jeff Beck, Gerry and the Pacemaker, Wings, Ultravox (!), America


Phil Spector
Scrivere, cantare, e produrre hits da classifica prima del suo 20° compleanno, Phil Spector ha dato via tutto questo in brutto modo, e questo è esattamente come Phil Spector si annunciò al mondo con i The Teddy Bears  e la canzone ''
‘To Know Him Is To Love Him’."  Il suo curriculum va da The Ronettes ai The Beatles di '' Let It Be ", fino a Tina Turner di ' River Deep Mountain High ', ma la sua vera eredità è ovviamente il suo Wall of Sound, (muro di suono)", tecnica pioneristica che aveva come concetto " un approccio wagneriano al rock 'n' roll ",  approccio sonoro devastante che ha poi influenzato tutto il resto, da Springsteen agli ultimi shoegazers. E 'proprio questo tipo di approccio creativo che eleva un produttore dal manovratore di manopole ad un membro chiave di un gruppo, anche se questo gruppo si chiamava.. Beatles.Non ci soffermiamo quì sull'eccentricità e il comportamento reclusivo e ossessivo di Spector, culminato nella condanna a 19 anni di carcere per omicidio di secondo grado, perchè come Martin, merita un 'post' di assoluto rispetto su questo blog.

Produced: The Ronettes, The Crystals, John Lennon, The Righteous Brothers, The Beatles, Ramones


Todd Rundgren
Quattro parole: 'Bat Out Of Hell'. C'è un motivo per cui il primo album di Meat Loaf è stato in classifica per quasi 500 settimane e risiede nell'opera di Rundgren.  Il suo modo di produrre è stato impiegato da tutta una serie di artisti negli anni '70,  facendo di lui il go-to-guy del decennio. Sorprendentemente, ha anche avuto il tempo per una carriera solista di successo ed è stato un pioniere dei video musicali e sullo sviluppo della musica  su Internet ... Anche a Tod sarà a breve dedicato un 'post' a parte.

Produced: Meat Loaf, New York Dolls, XTC, Patti Smith, Cheap Trick, Grand Funk Railroad


T Bone Burnett
Multi vincitore di Grammy Award, Burnett ha lavorato dietro le quinte per svariati tipi di musicisti, da Elvis Costello agli Spinal Tap (e ha anche suonato la chitarra per Bob Dylan ). Ha alternato l'attività di di produttore a quella di musicista e cantautore, poi a partire dal 1992 ha deciso di dedicarsi totalmente alla produzione e alle colonne sonore, dove risiede la sua vera genialità: da Il grande Lebowski a Fratello dove sei dei Coen, a Walk The Line (su J. Cash) e Ritorno a Cold Mountain.

Produced: Elton John, Elvis Costello, Counting Crows, Robert Plant, K.D. Lang, Natalie Merchant..



Chris Thomas
Ci vuole davvero genio per lavorare su fronti come quello del prog e del punk, ma Chris Thomas aveva il tocco di Mida. Non solo ha mixxato 'Dark Side Of The Moon' (e prodotto diversi e importanti album dei Roxy Music tra cui 'For Your Pleasure', Country Life, Siren ed il live Viva!.), ma nel 1976, viene chiamato da Malcolm McLaren per produrre l'album d'esordio dei Sex Pistols.  La profonda differenza fra la musica che aveva prodotto sino ad allora e quella dei Sex Pistols gli attirò delle critiche, tanto che sulle note di copertina, il suo nome come produttore viene affiancato a quello di Bill Price. A tutto tondo, versatile davvero, come si evince dalla lista dei gruppi sotto.

Produced: The Sex Pistols, The Beatles, Pink Floyd, Roxy Music, Elton John, INXS.
Pete Townshend, Procol Harum, Pulp, The Pretenders

 Toni Visconti
Produttore discografico statunitense,  Tony si è anche saltuariamente esibito come musicista o cantante. Fin dai tardi anni sessanta ha lavorato con numerosi artisti di primo piano, quali i Moody Blues, i T. Rex, Mary Hopkin, i Thin Lizzy, Ralph McTell..  e, più di recente, Morrissey. La sua collaborazione più duratura e importante è quella con David Bowie (ha fatto parte dei primi The Spiders from Mars): Visconti ha prodotto, e di quando in quando si è esibito, in modo discontinuo, in molti degli album di Bowie, da Space Oddity del 1969 fino a The Next Day del 2013. Anche la produzione di Stage, raccontata in un post qui su Interzone ne fa uno dei dischi live più bello in assoluto.

Producer:  Sparks, i Gentle Giant, i Boomtown Rats, Hazel O'Connor, Adam Ant, The Stranglers, Richard Barone, i Manic Street Preachers, Kristeen Young


Nigel Godrich
Il sesto membro dei Radiohead è stata la forza chiave trainante dietro la continua evoluzione del sound della band a partire dalla metà degli anni novanta. Mentre John Leckie può rivendicare il merito per il loro primo lavoro, lui ha progettato 'The Bends' e co-prodotto una delle loro tracce più belle, 'Black Star' e da allora è un loro inseparabile amico e complice.
Produced: Radiohead, Beck, Travis, Paul McCartney, AIR, Natalie Imbruglia, The Sundays, U2, Gianna Nannini, Siouxsie and the Banshees, Warpaint e R.E.M



Lee Scratch Perry
Perry è stato un pioniere nel senso più pieno di questo termine. Uno dei primi 'adoptors' di Reggae, cominciò  a innovare proprio all'inizio della sua carriera. Produttore, discografico, musicista e cantante giamaicano, campionò un bambino che piange in ‘People Funny Boy’', continuando poi a spingere il mixer al limite delle sue potenzialità nel Black Ark Studio (che incendierà nel 79, rilasciando questa sconclusionata dichiarazione: "Volevano mangiarmi! Erano troppo neri e troppo terrificanti, anche se sono nero, dovevo distruggerli per salvare la mia mente!!)  dove Perry iniziò ad avvalersi del giovane tecnico King Tubby e del suo apporto, in termini di innovazione, alle sue produzioni, che iniziaronono a creare quelle sonorità e quelle alchimie che poi verranno da tutti nominate col nuovo nome di Dub: Rhythm Shower (Upsetter, 1973) e soprattutto Blackboard Jungle Dub (Upsetter, 1974), uno dei primi veri album dub ad essere pubblicati. Un maestro della produzione, un alchimista di atmosfere sparse e minimali.

Produced: Bob Marley & The Wailers, The Heptons, The Congos, Max Romeo


Butch Vig
'Nevermind' suno dei più grandi dischi del rock? Chi lo pensa deve senza dubbio ringraziare Butch Vig. Batterista nei Garbage aveva iniziato come produttore per piccole band locali prevalentemente punk rock,  per essere poi la forza trainante di molti dei migliori album grunge e non solo dei primi anni novanta, tra cui Gish e Siamese Dream degli The Smashing Pumpkins '' e Dirty dei Sonic Youth. Ma il riconoscimento non è stato per il grandioso album dei Nirvana, bensì per 21st Century Breakdown dei Green Day, con cui ha vinto un Grammy Award nella categoria Miglior Album Rock.

Producer: Nirvana, Garbage, Sonic Youth, Green Days, L7, Muse, Foo Fighters,


Brian Eno
Le produzioni di Brian Eno si riferiscono come quelle di un "architetto di giardini sonici" piuttosto che come semplice produttore, e certo questa affermazione non è pretenziosa. Il musicista in precedenza conosciuto come il tastierista dei Roxy Music ha lasciato la musica pop, e i territori periferici del suono, creando mirabilie, dal gingle dell'avvio di Windows per Microsoft all'epica degli U2, così come la retorica dei Coldplay.Considerato il creatore della musica ambientale, è stato precursore di altri generi come la new wave, world music e new age. Meriterebbe non un post, ma forse un intero blog.

Producer: Coldplay, Nico, David Lynch, Depeche Mode, Devo,ti Robert Fripp, Robert Wyatt, David Bowie, Talking Heads, Kevin Ayers, John Cale, Laurie Anderson, U2, Television, Ultravox, Primal Scream....


Rick Rubin
Uno dei maggiori punti di forza di Rick Rubin come produttore, a parte il suo know-how tecnico e la sua capacità con un mixer, è quella di lavorare con chiunque e convincere a dare sempre il meglio, a prescindere dal genere. I suoi sette Grammy vinti (e le numerose nomination) in tutti i tipi di musica, dal rap al metal, al country. Iniziò nel 1984, producendo un EP degli allora sconosciuti Beastie Boys, Rock Hard, caratterizzato dall'unione di rock ed hip hop: in breve tempo fu il fautore di questo genere che portò al successo, grazie agli stessi Beastie Boys e a Run DMC. Licensed to Ill  è l'album per eccellenza di questo genere musicale. Run DMC, Slayer, Metallica, e un numero impressionante di musicisti hanno un grave debito con il barbuto producer.

Producer: Black Sabbath, Red Hot Chili Peppers, Beastie Boys, Run DMC, Johnny Cash, AC / DC, Rage Against The Machine, Aerosmith


Nile Rodgers
'Il suo CV, a partire dagli anni '80, si può leggere come quello di chi è era in cima in quel decennio. Aver resuscitato la disco con gli Chic colpisce ('Le Freak', il sorprendentemente 'I Want Your Love' e 'Good Times')  proseguendo poi come produttore, chitarrista, compositore, arrangiatore per una serie francamente imbarazzante di ricchezze musicali. Diana Ross di '' Upside Down ',  David Bowie di ' China Girl 'e Madonna di' Like A Virgin 'sono solo tre delle più grandi; INXS, The B-52, Duran Duran, Grace Jones, Cyndi Lauper, Mick Jagger e innumerevoli altri hanno beneficiato dalle sue abili mani. Dopo aver combattuto il cancro sta ancora cantando a squarciagola dal vivo e ultimamente ha lavorato a un progetto con Daft Punk, che è stato come al solito un enorme successo. Una vera leggenda.

Produced: Chic, Madonna, David Bowie, Diana Ross, Sister Sledge


Daniel Lanois
Rolling Stone, una volta ha definito  Lanois il più importante produttore degli anni '80, mentre Brian Eno otteneva il credito maggiore, la sedia accanto a lui era occupata proprio da Lanois in numerose occasioni, anche durante la realizzazione di 'The Joshua Tree' degli U2. Ha lavorato con la sua magia a diversi album per Bono, così come per Bob Dylan, Peter Gabriel e Willie Nelson, inducendo un modello sonoro unico, grazie anche al suo talento eclettico: oltre ad essere un produttore discografico, Lanois è un cantante , suona diversi strumenti musicali tra cui la chitarra e la batteria.

Produced: U2, Bob Dylan, Peter Gabriel, Neil Young


Stephen Street
Un altro uno di quei ragazzi che hanno contribuito tanto nel lavoro dal vivo che dietro la scrivania, tanto che per molto è stato considerato quasi più un musicista che un produttore: ha suonato in varie band londinesi prima di passare dall'altra parte del banco mixer, nel 1982, prima come assistente e poi come ingegnere del suono, presso gli studi della Island Records, nelle registrazioni di artisti reggae come Black Uhuru, King Sunny Ade e Linton Kwesi Johnson. E' forse però più noto per il suo lavoro con The Smiths, per cui ha in realtà solo intensificato, da ingegnere del suono, il loro canto del cigno, 'Strangeways, Here We Come', colpendo poi con il suo passo creativo con successivi album per Morrissey, seguiti da Blur e poi The Cranberries

Produced: The Smiths, Morrissey, Blur, New Order, Longpigs


Steve Lillywhite
Steve Lillywhite fu quello che portò 'Hong Kong Garden' dei Siouxsie and the Banshees nella top 10 inglese nel 1978: rivoluziò il sound della band post-punk con un approccio più che innovativo, soprattutto nello stabilizzare il suono delle percussioni. Il suo nome è legato all'etichette Island, ha catturato l'eco da stadio per i primi album degli U2 e per il suo sound aggressivo gli saranno affidati i nuovi musicisti della nascente new wave: Simple Minds, Big Country, Toyah, Talking Heads.. Ha curato gli album di Morrissey della meta dei '90 mentre gli ultimi anni lo hanno visto portare le basi  del suo rock solido per il debutto dei Beady Eye ee sul quarto album dei Killers 'Battle Born'.

Produced: Morrissey, The La’s, Kirsty MacColl, U2


Danger Mouse
Produttore compulsivo, Danger Mouse (Brian Burton) ha velocemente cementato la sua reputazione  con 'The Grey Album', il buffo mash-up del 2004  che combina le performance vocali di Jay-Z in The Black Album con quelle strumentali dei Beatles in The White Album Le capacità sonore di Burton furono subito richieste, e il suo suono organico e polveroso attirò Damon Albarn, producendo sia i Gorillaz chei The Good, the Bad & the Queen (2007). Continua conThe Black Keys, Attack & Release e con Modern Guilty di Beck. Burton ha lavorato poi con gli U2 e Daft Punk (non insieme, per fortuna) alla ricerca di maggior gloria.Danger Mouse è stato inoltre considerato uno dei settantacinque personaggi più influenti del ventunesimo secolo dalla rivista maschile statunitense Esquire.

Produced: The Black Keys, Gorillaz, Beck


Jimmy Iovine
Magnate dell'industria musicale, e originario di Ischia, (Napoli) Jimmy Iovine ha iniziato come ingegnere del suono con  Bruce Springsteen e John Lennon prima di sfondare come produttore di Patti Smith su Easter, che contiene Because The Night dello stesso Boss. Eccelleva negli anni '80, nel mercato statunitense con  Tom Petty e Stevie Nicks, supervisionava i Dire Straits  e  produsse Under the Blood Red Sky degli U2  e 'Rattle and Hum'. Capo dell'etichetta hip-hop Interscope con Ted Field, ha messo il becco anche in alcune produzioni cinematografiche, come il film di Eminem 8 Mile. Non finirò mai di ringraziarlo per Once Upon a Time dei Simple Minds - 1985

Produced: U2, Simple Minds, Stevie Nicks


Tom Dowd
Tom Dowd era stato un ingegnere del suono alla Atlantic Records per 25 anni, lavorando alle manopole per artisti come John Coltrane, Charlie Mingus e Ornette Coleman, prima di salire fino ai dischi di Aretha Franklin e Wilson Pickett. Nel 1970 entrò nella sfera rock, plasmando il boogie blues degli  Allman Brothers e collaborando regolarmente con Eric Clapton - per poi metterli tutti insieme in Derek and the Dominos.

Produced Charlie Mingus, Ornette Coleman, The Allman Brothers, Eric Clapton, Rod Stewart


DJ Premiere
Christopher Edward Martin, il mio preferito con Guru (insieme nei Gang Starr) nell'ambito della black music moderna. Per la maggior parte degli anni '90 e oltre, era il più distinto dei Trackmaster, rappresentando autenticamente il suono di New York più  di chiunque altro. Dr Dre avrebbe potuto essere il più grande, ma la padronanza di DJ Premier con i campionamenti di jazz e funk, insieme con i loop feroci e pesantemente graffiati e la sua memoria enciclopedica per le rime hanno fatto si che viene effettivamente ritenuto il più influente DJ del genere, se non altro per l'aver collaborato con praticamente tutti i rapper più importanti e averne lanciati diversi di grande talento. 

Produced: Jay-Z, Kanye West, Limp Bizkit, The Notorious B.I.G., Rakim, Mos Def



Jimmy Miller
Produttore statunitense Jimmy Miller ha avuto un proficuo rapporto nella metà degli anni '60 con Steve Winwood e  guardando indietro, ha lavorato sui dischi dello Spencer Davis Group e  gl'altri progetti di Winwood, dai Traffic ai Blind Faith. Sua la produzione senza pari di 'Let It Bleed' , 'Sticky Fingers', 'Exile on Main Street' dei Rolling Stones e altro ancora. E 'stata questa intima conoscenza del Rock anni '70  che ha portato Miller a dare una mano ai Primal Scream  nel 1991 per Screamadelica '. 'Movin' On Up 'e' Damaged 'erano perfette riproduzioni dell' epoca d'oro di Miller.

Produced; Spencer Davis Group, Rolling Stones, Traffic, Primal Scream



Steve Albini
Hard rock senza compromessi, punk, grunge, il produttore Steve Albini è arrivato con il rumoroso sound  dei Big Black nei primi anni '80 e ha continuato a registrare negli gli ultimi 20 anni con gli Shellac. Ma la sua fama - è legata per il suo lavoro di produzione con i Pixies. e raggiunto lo status di leggenda con 'Surfer Rosa' e con  'In Utero 'dei Nirvana. Lavori importanti poi per PJ Harvey 'secco' e The Wedding Present 'Seamonsters' hanno riaffermato solo il suo infallibile tocco spinoso.
(Per dovere di cronaca, dobbiamo citare lo scabroso equivoco che lo vide profondamente criticato per la decisione di aver dedicato un 45 giri chiamato "Il Duce" a Benito Mussolini, prodotto ed eseguito con i Big Black: il disco raffigurava sulla copertina lo stesso Mussolini e sullo sfondo un Tricolore. Tuttavia il brano, per ammissione del suo stesso autore (che ha anzi ribadito con forza le proprie posizioni progressiste e antifasciste), non è altro che una provocatoria presa in giro del dittatore.

Produced: Pixies, Nirvana, PJ Harvey, Foo Fighters, Fugazi, Godspeed You! Black Emperor,Gogol Bordello, Jesus Lizard, Jon Spencer Blues Explosion, Mogwai, Motorpsycho, Sonic Youth, Slint, The Stooges...


Trevor Horn
Direttamente dai Buggles e per pochisimo nella storica band progressive degli Yes, di cui Horn diviene il cantante (sostituendo Jon Anderson) e Downes (l'altro Buggles) il tastierista (al posto di Rick Wakeman).  Trevor Horn è ricordato per lo più per la produzione di quel magnifico ( e unico) album dei Frankie Goes To Hollywood, ma è stato un grande produttore di una moltidudine di gruppi. Si è affermato con i suoi opulenti sforzi pop nel 1982 con l'album di debutto degli ABC 'The Lexicon Of Love'. Silurato dal movimento new romantics, Horn collaborò con Malcolm McLaren, producendo il  pionieristico e inaspettato successo hip-hop ' RockDuck'. Pop di classe con Grace Jones e Seal, lo ritroviamo a sorpresa come produttore di Belle and Sebastian nell'album  del 2003.Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico!!

Produced: ABC, Frankie Goes To Hollywood, Pet Shop Boys, Propaganda, Tina Turner, Lisa Stansfield, Tom Jones, Paul McCartney, Mike Oldfield, Simple Minds, Marc Almond, Genesis,