23/04/15

Giuramento alla bandiera, o vai. (Essere patriottici oggi)

Molti sono quelli che si fregiano dell'appellativo di patriota: per esempio quando si muore in guerra, si è patrioti. Gli Stati Uniti, è il paese in cui il patriottismo è apparentemente qualcosa che si aspetta da tutti i cittadini. In nessun paese al mondo ci sono state così tante Commissioni per le attività Antiamericane come negli USA. Si è antipatriottici quando si è contro il proprio paese, che si dovrebbe invece sempre amare. Ma perchè.. sempre? Dizionario.com definisce il patriottismo come "l'amore devoto, il supporto e la difesa del proprio paese; la lealtà nazionale." Questosembra essere molto positivo, ma è questo quello che rende unito un paese? La risposta è tutta entro i confini del termine "paese". Nelle nostre società c'è ancora il pregiudizio e l'odio, forse non comunemente tra la maggioranza delle persone, ma ancora presenti e la sensazione è che questi sentimenti sono in continuo aumento nella popolazione. Al fine di essere patriottico, dovrei essere orgoglioso di tutto il mio paese, dovrei sostenerlo, sostenere il governo, i militari, sostenere qualsiasi cosa entro i suoi confini, e più di ogni altra cosa al di fuori dei confini. Detto questo possiamo già vedere la somiglianza tra patriottismo e nazionalismo. Ci sono diverse definizioni per il nazionalismo, ma questa è molto interessante: "La politica o la dottrina di affermare gli interessi della propria nazione, visto come separato dagli interessi di altre nazioni o dagli interessi comuni di tutte le nazioni." La definizione di cui sopra è come dire che la mia nazione è più importante di tutte le altre, perché è la mia nazione, il paese in cui sono nato e in cui risiedo. E le persone che sono nate su questo pezzo di terra sono più importanti delle persone nate in un'altra parte della terra. Che è essenzialmente una definizione che si avvicina di molto a quella di razzismo. Non credo che qualcuno dovrebbe avere meno diritti, meno cibo, meno accesso alle cure sanitarie, o meno voce in capitolo perché vivono da un altra parte, invece che qui. Un pregiudizio sulla posizione al momento della nascita non è davvero diverso da un pregiudizio sul colore della pelle con cui siamo nati. È interessante notare che uno studio accademico sulla storia della guerra, (del progetto War), ha trovato una forte correlazione tra il patriottismo e la guerra. Si è riscontrato, ad esempio, che il patriottismo in Germania era molto diffuso alla vigilia della prima guerra mondiale, mentre oggi la Germania è agli ultimi posti nelle indagini sul patriottismo dei propri cittadini. Un sondaggio del World Values ​​Survey riferisce di una risposta media alla domanda "Sei orgoglioso di essere [inserire nazionalità]?" La definizione di orgoglio è: "sentire piacere o soddisfazione per qualcosa considerato altamente onorevole o lodevole per se stessi." Non posso essere orgoglioso di me stesso solo per il fatto di essere nato in una parte del mondo, e non vedo perché dovrei sentirmi onorato. Sono grato di essere nato e di vivere in un luogo in cui posso mangiare tutti i giorni, cercare assistenza medica in caso di necessità e di avere acqua pulita, ma certo non sono orgoglioso di questo. Non è un onore il fatto che io faccia parte di questa elite. Semmai, significa solo avere ulteriori pregiudizi.



George - Carlin sul patriottismo, ci ha ricordato che spesso, le persone sostengono di essere patriottiche per giustificare i pregiudizi sull'immigrazione. Recentemente i media hanno consigliato ai cittadini statunitensi di andare presso il confine messicano, con le armi, per fermare i messicani che tentano di entrare negli Stati Uniti ... perché solo così sono dei veri patrioti. Il messaggio essenzialmente è: "Noi abbiamo una bella vita, e voi una vita dura, ma è necessario che voi continuare ad avere una vita dura, perché non siete nati da questa parte della barricata. Se lasciamo a voi una migliore qualità della vita, potremmo non essere in grado di avere più soldi, più beni materiali, più benessere ... "

Crediamo che questa sia una convinzione ormai comune in tutto il mondo, e uno dei motivi per cui le popolazioni del terzo mondo hanno una visione negativa non solo degli Stati Uniti, ma anche dell'Italia, visto che dai dati risulta che il nostro paese è ormai meta solo di passaggio per i paesi più .. evoluti in questo senso, Francia, Inghilterra, Germania, Paesi Scandinavi. Questo, non solo per invidia del benessere, ma per l'arroganza percepita nell' atteggiamento del "noi siamo i più forti ". Questo atteggiamento è in gran parte rappresentato nelle televisioni, nei film e nella musica, e la maggior parte di noi che vive in occidente può anche non notarlo, perché è ormai nell'ordine delle cose. C'è un sentimento e una credenza comune, che l'immigrazione porti al debito nazionale, tuttavia alcuni studi riportano che all'inizio di questo mese "i lavoratori non in regola stanno pagando circa 13 miliardi di dollari all'anno in tasse per la sicurezza sociale e ottenendo in cambio soltanto 1 miliardo in investimenti per i loro problemi ." Parliamo naturalmente degli USA, ma è una situazione simile in molti paesi occidentali. Non è un mistero che la crescita demografica e la forza lavoro sono in Italia ormai sostenute dall'immigrazione.

Nel Regno Unito, il patriottismo è quasi sempre attribuito (per l'odio contro gli immigrati o semplicemente per il razzismo) a gruppi come EDL o il Fronte Nazionale. Per fortuna, quando questi gruppi sventolano le loro bandiere, c'è la contrapposizione di organizzazioni di protesta, fortunatamente con più alto consenso, schierati contro i loro messaggi di odio. Questo non esclude chiaramente il fatto che l'integrazione è difficile, presenta problemi non di poco conto. Alcune delle tante comunità che arrivano nei paesi occidentali hanno non poche resistenze ad adeguarsi alle leggi e ai modi di vita dei paesi accoglienti. I gruppi di patrioti, come gli inglesi dell' EDL e il Fronte nazionale, Le Pen in Francia, la Lega in Italia, sono in crescita, tenendo conto che non hanno più remore ad integrare nelle loro fila gruppi neonazisti, fino a qualche tempo fa tenuti ai margini. Il razzismo e l'odio verso i musulmani e gli immigrati in genere sta entrando sempre più comunemente nei dibattiti e nelle conversazione quotidiane, e schierarsi contro questi pregiudizi può causare contraccolpi. Negli Stati Uniti, un gran numero di case ha esposta la bandiera nazionale , e sempre più spesso alunni delle scuole inferiorisono sono costretti a giurare fedeltà alla bandiera, o eventualmente, affrontare l'espulsione. Richiedere ai bambini un giuramento, prima ancora di capire su cosa e sul perchè non è altro che indottrinamento, non molto diverso dall' indottrinamento religioso. I Gruppi nazionalisti e di estrema destra come l'EDL e i razzisti del KKK affermano che si tratta solo di patriottismo. Psicologi ci dicono invece che "il narcisismo a livello di gruppo", o il narcisismo collettivo, è legato ad atteggiamenti negativi verso gli immigrati, e verso i diversi in generale. La definizione del narcisismo collettivo non è molto diverso dalle definizioni di patriottismo e nazionalismo. Essere felice, o essere grati, non è lo stesso che essere patriottico. Il patriottismo non sostiene solo le cose buone, e non è appannaggio solo di persone per bene all'interno dei confini dei nostri paesi. Si tratta invece di un sostegno quasi cieco a tutto ciò che la nazione rappresenta e a quelli che rappresentano la nazione. Si può veramente essere orgogliosi del proprio paese e delle sue leggi e regole? I militari, le guerre, i leader politici, il sistema giudiziario, il sistema carcerario, il sistema economico. Non si può. "Mi piace vivere qui, non perché questo paese è migliore di altri, ma perché è la mia preferenza," è forse la definizione di patriottismo più equilibrata. Il colore della pelle, il sesso, la nazionalità, l'età, la religione, ecc ... Queste cose non definiscono quello che siamo, tantomeno il nostro valore...