03/04/15

Musicisti e Cinema: Rock Cameo

I cameo dei musicisti nei film servono a ben poco di diverso da quello di farci divertire.
Alcuni di queste apparizioni simboliche sono volutamente esilaranti, come Alex Van Halen nei panni di Gurning, uno street-punk intervistato dai telegiornali in Robocop, mentre in altri casi c'è una grande disparità tra la serietà di intenti e la gravità dei risultati ( Phil Collins è sorprendentemente banale come detective della polizia in Hook, ad esempio).
Quì una serie di particolarmente improbabili e memorabili cammei di musicisti, dove scopriamo un mondo di omicidi brutali, sbronze a base di daiquiri, vampiri, mistici ingannatori..


TOM PETTY in The Postman (1997)
Flop post-apocalittico di Kevin Costner su un tizio che consegna lettere ai gruppi superstiti riuniti in varie enclave, assediate dai soliti prepotenti. Tom Petty appare nei panni del sindaco di Bridge City, e in una divertente gag, l'eroe Costner gli dice chiaro e tondo, "Io ti conosco. Sei ... .famoso. "Sorridendo ironicamente, il sindaco risponde:" Una volta lo ero. Più o meno. " L'implicazione è che Petty sta interpretando se stesso nell'ipotetico futuro, solo una delle tante cose di The Postman che non ha alcun senso.

MILES DAVIS in Scrooged (1988)
SOS fantasmi passa ogni Natale in tv con protagonista un Bill Murray ancora giovane, reduce dal successo di Ghostbusters (e proprio per questo quei gran geni degli italiani decisero di cancellare il titolo originale Scrooged e affibbiargli un bel SOS fantasmi per acchiappare un po' più di pubblico); proprio quel SOS fantasmi che altro non è che uno strambo rifacimento in chiave moderna del "Canto di Natale" di Charles Dickens, diretto da Richard Donner. L'apparizione di Davis è bizzarro quanto avvilente. Il principe delle tenebre appare quì brevemente come un busker, che intona con la sua tromba una versione jazz di "We Three Kings 'all'angolo di una strada. Uno dei più grandi musicisti jazz di tutti i tempi ridotto ad essere molestato da un buffo Bill Murray...


ANTHONY KIEDIS in Point Break (1991)
Nel 1991, il Red Hot Chili Peppers Anthony Kiedis ha sfruttat tutta la sua esperienza come frontman fastidioso per interpretare un ritratto perfetto di un fastidioso surfista nel bel film di K. Bigelow Point Break. 


PHIL COLLINS in Hook (1991)
Robin Williams apre in Hook un vero e proprio scrigno di cammei musicali. Jimmy Buffett, David Crosby, ma l'apparizione più strana è l'ispettore di polizia Good, Phil Collins. Collins, nel suo completo stretto-merlettato, è zelante e brillantemente superficiale. Nel 2003 ha inoltre lavorato con Steve Trenbirth per la realizzazione del film Il libro della giungla 2 dove ha interpretato la parte di Lucky (voce nella versione originale), come musicista nel film giallo di Taylor Hackford Due vite in gioco (1984). E ancora musicista nel film di Kevin Lima, Chris Buck Tarzan (1999), musicista nel film di David Green Buster (1988)

TOM WAITS in Domino (2005)
Tom Waits ha avuto ruoli di attore in diversi film nel corso della sua carriera, tra cui Coffee and Cigarettes, Mystery Men e Short Cuts, ma in questa inattesa e surreale sua breve apparizione in Domino di Tony Scott, con Mickey Rourke, ispirato alla vera storia di Domino Harvey, figlia di una modella e di un attore (Laurence Harvey), che intraprende la carriera di cacciatrice di taglie, ed è dedicato alla sua memoria.Waits ha un piccolo ruolo nel film come "un indovino vagante", un mistico del deserto, e ammise di aver accettato la parte perchè.."Mi hanno vinto in una partita di poker."


ALICE COOPER in Prince of Darkness (1987)
Alice Cooper è veramente spaventoso nel caotico capolavoro horror di John Carpenter Il Pprincipe delle Tenebre, in cui interpreta un senzatetto, "Street Schizo", un vagabondo inquietante che uccide uno studente con un telaio di bicicletta. Il film ebbe successo, e la prestazione di Cooper fu così memorabile che la gente iniziò a riconoscerlo per strada anche senza il suo elaboratomake up.. L'omonima canzone da lui cantata è nel soundtrack del film.



CHET BAKER in Urlatori alla sbarra

Nel 1959, il grande compositore Piero Umiliani scelse Chet Baker come tromba solista per la colonna sonora del film di Nanni Loy L'Audace colpo dei soliti ignoti. La loro collaborazione proseguirà con il musicarello Urlatori alla sbarra di Lucio Fulci, nel quale apparirà anche in una particina. Crea un personaggio che si addormenta dovunque, nella vasca da bagno o sotto il divano del salotto, mente accanto a lui tutti eseguono dei balli scatenati. In una scena canterà anche la canzone Arrivederci di Umberto Bindi, in inglese. Tre anni dopo, interpreterà un cortometraggio (circa 15 minuti) da attore protagonista, Tromba fredda (Cold Trumpet) di Enzo Nasso. Un omaggio amichevole all'immenso Chet Baker.

LOU REED in Blue in the Face
Lou Reed è comparso nel film Blue in the Face (1995) di Paul Auster e Wayne Wang, accanto a Harvey Keitel e Jim Jarmusch. Interpreta se stesso, risponde a un’intervista. E racconta di sé: «La mia infanzia è stata così spiacevole,che non ricordo niente fino all'età di 31 anni». Parla della sua incapacità di vivere fuori da New York, del terrore che prova nei confronti di una società così ordinata come quella svedese e dei suoi occhiali «rivoluzionari». Appare anche in due opere di Wim Wenders. In Così lontano, così vicino (1993), ad esempio, interpreta un ex angelo. È invece se stesso in The Soul of a Man, documentario dello stesso regista. La pellicola esplora le carriere dei musicisti Skip James (interpretato da Keith B.Brown), Blind Willie Johnson (Chris Thomas King) e J. B. Lenoir. The Soul of a Man contiene brani dei tre musicisti eseguiti da altri, incluso Lou Reed. Come Nick Cave, ha collaborato anche a September Songs  La musica di Kurt Weill (1995) di Larry Weistein

YARDBYRDS (band) in Blow Up
L' apparizione del gruppo Yarbirds nel capolavoro di Michelangelo Antonioni, Blow up (1967) -  in cui impersonano loro stessi, durante un tempestoso concerto in un piccolo club - è una delle scene più famose del film. Blow up ha espresso al meglio la Swinging London e gli anni Sessanta e sembra che il regista ferrarese avesse chiesto in prima battuta ad Eric Burdon di suonare in quella scena. Keith Relf canta, alla chitarra Jimmy Page e Jeff Beck. Dietro di loro c'è Chris Dreja alla batteria. A un certo punto, durante l'esecuzione del pezzo Stroll on , con un gesto tipico delle esibizioni live di Pete Townshend, il chitarrista degli Who, Beck fracassa la sua chitarra sul palco gettandone i frammenti tra il pubblico. Il fotografo - interpretato dal bravo David Hemmings - raccoglie per puro caso il manico della chitarra e fugge inseguito dagli altri fan gelosi del suo trofeo, ma, fatti pochi passi e svoltato l'angolo, getta via il pezzo di strumento.

MARILYN MANSON in Ingannevole è il cuore più di ogni cosa
Marilyn Manson è uno degli attori di Ingannevole è il cuore più di ogni cosa diretto da Asia Argento nel 2004, adattamento cinematografico del libro omonimo di J.T. Leroy. È il secondo film dell'attrice in veste di regista, dopo i suoi esordi nel 2000 con il promettente Scarlett Diva . Manson interpreta la parte di un bifolco e fanatico religioso, quasi irriconoscibile, perché compare senza trucchi né inganni. È inaspettatamente normale e vero, ed interpreta, anche se brevemente, una delle parti più difficili del film. Ma non è la sua unica apparizione al cinema. Ha recitato la parte di un attore pornografico in Lost Highway (1997) di David Lynch. Compare nel 1999 in Amiche cattive di Darren Stein, in cui interpreta una scena di sesso con l'allora fidanzata Rose McGowan. Nel 2002 appare come se stesso nel documentario Bowling a Columbine di Michael Moore. Nel 2003,in Party monster, film del 2003 diretto dal duo Fenton Bailey-Randy Barbato e basato sulla vera storia di Michael Alig, il più noto organizzatore di feste notturne di New York. Nel 2007, nella Setta delle tenebre di Sebatian Gutierrez, interpreta la parte di un barista normale.

IGGY POP in Dead Man 
I cameo realizzati da Iggy Pop sono davvero numerosi, sia in tv che al cinema. Sono da segnalare in particolare quelli nei film di Jim Jarmusch. È Salvatore ’Sally’ Jenko nel western stilizzato Dead Man (1995), un cowboy vestito da donna, con stivali e pistole, che abita in un mondo che sembra aver scelto di proteggere solo i diversi. Uno dei tre sicari incontrati da William Blake (Depp) e l'indiano (Nessuno) è interpretato da Iggy Pop, peraltro da sempre un grande idolo musicale dello stesso Johnny Deep. In Da qualche parte in California, episodio di Coffee and Cigarettes (2004), sta in un bar della California con Tom Waits. Sullo schermo i due parlano e discutono di Gianni e Pinotto, di sigarette, di musica e di medicina. Da segnalare anche la sua collaborazione, accanto a Johnny Deep in Cry Baby (1990), il film di John Waters o ancora la sua apparizione ne Il colore dei soldi di Martin Scorsese, dove interpreta un giocatore per strada. E' uno dei protagonisti in  The man Whitin,del regista Yony Leyser, docufilm sulla vita dello scrittore William S. Burroughs e un breve cameo insieme alla moglie Suchi in Sid e Nancy di Alex Cox sulla storia di Sid Vicious, bassista dei Sex Pistols interpretato da un grande Gary Oldman.



NICK CAVE in  Il cielo sopra Berlino
Nick Cave e i suoi Bad Seeds compaiono nello splendido film di Wim Wenders Il cielo sopra Berlino (1987) dove eseguono sul palco The Carny e From Her to Eternity . Lo stesso anno esce nelle sale il film australiano indipendente Ghosts... of the Civil Dead di John Hillcoat , che vede Cave nelle vesti di attore e di compositore delle musiche originali (insieme a Blixa Bargeld e Mick Harvey, componenti dei Bad Seeds). Nel 1991 interpreta la rock star Freak Storm nella commedia di Tom Dicillo Johnny Suede. Nel 1995 partecipa a September song - La musica di Kurt Weill di Larry Weistein. Ambientata in una grande fabbrica metallurgica dismessa, è una successione di «numeri»cantati e/o danzati con le musiche di K. Weill (1900-1950), sia del periodo tedesco che di quello americano. Alla fine del 2007 ha realizzato insieme a Warren Ellis, la colonna sonora de L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford diAndrew Dominik, in cui interpreta un cantastorie, e ha un apparizione in Lawness, film da lui stesso scritto di cui abbiamo parlato in un post precedente.

DAVID BOWIE in Miriam si sveglia a Mezzanotte, Fury
David Bowie è un caso a parte. Compare nel ruolo di se stesso durante un suo concerto live, in Christiane F - Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino (1981), il film di Uli Edel; da notare che all’interno della colonna sonora vengono utilizzate diverse canzoni del musicista. In particolare ( Helden , la versione tedesca di Heroes ). Ma non è certo questa la prima collaborazione di Bowie a un film e tantomeno la più importante. Oltre ad essere apparso diverse volte sullo schermo in piccole parti (come nel 1969 in The Virgin Soldiers di John Dexter), si è anche imposto nel ’76 come l’alieno de L'uomo che cadde sulla Terra di Nicholas Roeg. Tra le sue collaborazioni più importanti, si possono ricordare Gigolò di David Hemmings, Furyo (Merry Christmas Mr. Lawrence) di Nagisa Oshima e Miriam si sveglia a mezzanotte di Tony Scott (1983). E' protagonista inLabyrinth - Dove tutto è possibile, il film fantastico del 1986 diretto da Jim Henson,sempre nel '86 appare (e partecipa alla colonna sonora)  in Absolute Beginners di Julian Temple. Nel 1988 fa un ruolo piccolo ma importante ne L'ultima tentazione di Cristo di Martin Scorsese dove interpreta Ponzio Pilato.Ha disegnato un interessante Andy Warhol in Basquiat di Julian Schnabel nel 1996.  Gira anche in Italia,voluto da Giovanni Veronesi nel clamoroso flop Il mio di West, ( costato più di 10 miliardi di lire,non arrivò nemmeno ai 4 miliardi di lire d'incasso) accanto a Leonardo Pieraccioni.

JOE STRUMMER in Walker
Oltre a Screamin' Jay Hawkins, Jim Jarmusch ha anche chiamato per Mystery Train (1989), Joe Strummer l'ex leader dei Clash, il gruppo rock più amato dal regista. Per il terzo episodio, scrive il ruolo di Johnny appositamente per lui. Nel 1987, Strummer era già apparso nel film di Alex Cox Walker , del quale ha anche scritto le musiche. Lo stesso anno aveva interpretato Simms, in un altro film di Cox, Straight to Hell . Nel 1990, infine, fa una breve apparizione in Ho affittato un killer di Aki Kaurismaki, dove fa la parte di un chitarrista in un pub e canta Burning Lights e Afro-cuban Be bop. Tante le partecipazioni a documentari musicali: Rude Boy e The Future is Unwritten sui Clash, End of the Century e Let's Rock Again sugli amati Ramones, The King of Comedy.

MARIANNE FAITHFULL in Made in Usa, Marie Antoinette
Negli anni sessanta, il regista della nouvelle vague, Jean-Luc Godard - a seconda delle persone che incontrava la sera precedente o durante il fine settimana - amava portare alcune guest-star sul set dei suoi film. Durante le riprese di Made in Usa (1966) , fu la volta di Marianne Faithfull di passaggio a Parigi che accettò di fare un cameo nel film che stava girando. La scena si svolge in un bar, c'è una coppia seduta davanti a
una tazzina di caffé. Lei: «Dis-moi quelque chose!», Lui: «J'en ai marre!» (Sono stufo), e si alza e se ne va. La ragazza a quel punto attacca, senza musica, As Tears Go by. Negli ultimi anni, all'attività di cantante ha affiancato quella di attrice, partecipando ai film Intimacy (1999) di Patrice Chéreau, Marie Antoinette (2006) di Sofia Coppola (dove interpreta l'imperatrice Maria Teresa d'Austria) e soprattutto Irina Palm (2007) di Sam Garbarski, dove nel ruolo della protagonista, ha suscitato unanimi consensi di critica e di pubblico.

ALEX VAN HALEN in Robocop
Batterista dei Van Halen, Alex appare per  15 secondi in Robocop di Paul Verhoeven come Keva Rosenberg, disoccupato - un disadattato che viene casualmente intervistato per strada da un telegiornale, sulla crescente disgregazione economica e sociale di Detroit. Con il suo sguardo ghignante, che sia stato attentamente pianificato o completamente improvvisato, la sua parte  è semplicemente perfetta.


aggiornamenti: Interzone