30/04/15

I dischi dello scaffale: Minimal Compact, The Figure One Cuts

Per una volta non siamo quì a parlare di Israele, e di quell'orrore assoluto, di quella strage infinita e di quella vergogna che è l'occupazione della Palestina. No, oggi vogliamo solo tirare fuori uno dei dischi cardine dello scaffale di Interzone: The Figure One Cuts, degli israeliani Minimal Compact. Hanno cantato sempre in inglese e il Belgio è stato il loro paese adottivo, per una carriera durato solo nove anni. Minimal Compact iniziano come trio in Israele nel lontano 1979 e dal 1981 sono in Belgio . New Wave, musica mediorientale e mediterranea, rock progressivo, il loro sound è stato sempre piuttosto insolito: i Tuxedomoon sono forse il gruppo di riferimento della band. Classificati di volta in volta come post-New Wave, art-pop (qualunque cosa significhi) o dance rock il sound insolito può essere attribuito in parte al fatto che l'unico musicista di formazione nella band era Berry Sakharof. Samy Birnbach, vocalist e paroliere, era un DJ, con la passione per la beat generation. Rami Fortis pubblicò un album punk ed era completamente autodidatta .  Molto amati in Europa continentale e in Israele, il tentativo di inserirsi nel mercato americano si infranse quando in vista di un tour nel 1987, si videro rifiutare i visti d'ingresso per motivi di lavoro. Dopo lo scioglimento con l'eccezione di Max Frankel, tornato alla carriera di infermiere psichiatrico,  la maggior parte dei suoi membri ha continuato a lavorare nella musica. 

The Figure One Cuts
Ultimo e vero e proprio album in studio : un po 'più sperimentale, con nuovi ritmi, soprattutto Piece of Green, che è una canzone diversa da qualsiasi altra cosa la band aveva fatto fino a quel momento, ma in definitiva atmosfere cupe e immediatezza..


Band-members, Musicians and Performers
Samy Birnbach - Vocals
Berry Sakharof - Guitar
Rami Fortis - Guitar, Vocals
Malk Spiegel - Bass, Vocals
Max Franken - Drums

MINIMAL COMPACT The Figure One Cuts



Malka Spigel è la moglie di Colin Newman dei Wire, e insieme hanno pubblicato diversi album su etichetta Swim, tra cui Every Day Is Like The First Day, tre anni fa, con ospiti illustri come Johnny Marr, ex Smiths, e Andy Ramsay dei rimpianti Stereolab. 13 tracce inedite, rapido, istintivo, con qualche episodio..ringhioso (‘See It Sideways’)