27/04/15

Grigori Perelman e la storia biblica su Gesù Cristo che cammina sulle acque

Uno degli uomini più intelligenti del mondo. Risolve la congettura di Poincaré, tra i problemi matematici più difficili e ingarbugliati, e gli offrono per questo il famoso assegno del sig. Bonaventura: 1 milione, non di lire ma di dollari. Lui che fa, accetta il premio sotto i riflettori e i flash dei fotografi di tutto il mondo? Neanche per sogno. Rifiuta il denaro, si barrica dentro il suo appartamentom e non risponde a nessuno, colleghi, giornalisti, gente accampata fuori della sua casa che lo assedia per avere un intervista o al massimo una dichiarazione. I media sono pieni di notizie e di gossip, su persone di cui vorrei sinceramente sapere meno di niente, ma la storia di Grigori Perelman è davvero emblematica. E che colpisce.

Brillante matematico di San Pietroburgo, risolve un problema posto quasi un secolo fa dal matematico francese Henri Poincaré. Il teorema - noto come congettura di Poincaré - coinvolge la profonda struttura di forme tridimensionali. E 'una delle sette sfide sfuggenti della matematica, ciascuna con un 1 milione di dollari di premio. Le menti più importanti del mondo nell'ambito della matematica, per diversi anni hanno verificato che Perelman aveva definitivamente risolto il problema, e il riconoscimento è stato attestato con in un articolo pubblicato nel 2002.
Questo ultimo affronto, il rifiuto del denaro, segue quello del 2006, quando Perelman rifiutò di ritirare l'equivalente dell' Oscar per la matematica, la Medaglia di Fields. "Sono degli incompetenti.." disse a proposito della giuria. Ha rifiutato anche cattedre a Princeton e Berkeley.

"Io so come controllare l'Universo. Perché dovrei concorrere per ottenere del denaro?"
Lo scienziato spiegò il suo rifiuto con una lunga e sincera intervista rilasciata a un giornalista e produttore di una società cinematografica, intento a girare un un documentario su di lui. Il reporter si mise in contatto con la madre, matematica di talento anch'essa, che condivide con Grigory un piccolo appartamento in un quartiere popolare della città, attraverso la comunità ebraica di San Pietroburgo, quindi è arrivato al figlio. Un successo, un vero scoop, perchè nessun altro era riuscito a fare una qualsiasi domanda al signor Perelman.
Il suo ritiro dalla vita pubblica ha solo reso più morbosa la curiosità su di lui. Nonostante il rifiuto di tutte le interviste, è stato oggetto di molte speculazioni da parte dei media, con un lungo articolo sul New Yorker, e un libro del giornalista di origine russa Masha Gessen, "Perfect Rigor" . Dalle poche dichiarazioni pubbliche da lui fatte ai suoi più stretti collaboratori, si evince che era disilluso dall'intero campo della matematica. Era il più puro tra i puristi, si consumava con il suo amore per la matematica, ed è sempre stato completamente disinteressato alla politica accademica: ha denunciato la maggior parte dei suoi colleghi come conformisti.

Le cronache dicono che più giovane, era considerato un uomo bello, con lineamenti morbidi, ma le immagini recenti, come quella sopra, rubate con un cellulare sulla metropolitana e poi divulgate attraverso il web, proiettano un'immagine diversa. Capelli lunghi, vestiti  sgualciti, barba selvaggia: "Non voglio essere messo in mostra come un animale in uno zoo". Perelman spiegò anche il perchè non gli piace comunicare con i giornalisti: non sono interessati alla scienza. Vogliono solo conoscere tutti i dettagli sulla sua vita quotidiana e personale. Vogliono sapere perché non gli piacciono i soldi e se si taglia i capelli e le unghie. E' offeso dai media che lo chiamano Grisha, che è un usuale abbreviazione di Grigori. Nell'intervista, della quale è stato pubblicato un estratto sul quotidiano Komsomolskaya Pravda, Perelman ha parlato della sua formazione negli anni della scuola. Ricordando il momento in cui, in rappresentanza della URSS, ricevette una medaglia d'oro al concorso matematica di Budapest: "Stavamo cercando di risolvere problemi che richiedevano il pensiero astratto. La distrazione dalla logica matematica era esattamente il punto della formazione quotidiana. Si doveva immaginare un pezzo di mondo, al fine di trovare la soluzione giusta. Vi ricordate la storia biblica su Gesù Cristo che cammina sulle acque? Ho dovuto calcolare la velocità con la quale ha dovuto attraversare la superfice dell'acqua per non cadere." !! Da quel momento, Perelman ha dedicato la sua attività allo studio della natura tridimensionale dello spazio nell'Universo.
Secondo Perelman, ogni sviluppo teorico della matematici ha una rilevanza applicata. "Perché abbiamo dovuto lottare con la congettura di Poincaré per così tanti anni? Per dirla in poche parole, l'essenza è la seguente. Se una superficie tridimensionale ricorda una sfera, allora può essere diffusa in un sfera". E 'nota come la Formula dell'Universo, perché è molto importante nella ricerca di processi fisici complessi nella teoria della creazione. Secondo alcune notizie, servizi speciali russi e stranieri mostrano un importante interesse per le scoperte di Perelman. Vogliono sapere se Perelman e la sua conoscenza possono costituire una minaccia per l'umanità. Con la sua conoscenza, si dice, si  potrebbe piegare l'Universo e aprirlo in un altro.Brrr.. Ci gira la testa!

Grigori Perelman ha un diverso make up psicologico, che gli fa vedere la vita in modo diverso, anche lui a suo modo, un  personaggio Rock e per questo ha un posto di tutto rispetto su questo blog.
Le ultime notizie dicono che l'accademico è stato segnalato per un periodo in Svezia, dove ha lavorato per una società non specificata nel campo delle nanotecnologie. Mentre a San Pietroburgo, da qualche anno circolano t-shirt nere con il ritratto di Perelman. Sotto, una scritta in inglese: "Respect".