26/09/15

Frank Zappa, tutto su Spotify

Quando si parla di avanguardismo negli anni 60 , probabilmente il pensiero va subito a figure della letteratura come William S. Burroughs o John Barth, a registi come Kenneth Anger, o a artisti come Andy Warhol. Nel campo musicale, tutti citano nomi come La Monte Young, Terry Riley, Philip Glass, Sun Ra, o anche Ornette Coleman, che iniziò a sviluppare la sua teoria di improvvisazione, l'"Armolodia" proprio alla fine degli anni sessanta, tracciando una nuova strada nella sperimentazione a cui molti musicisti si avvicinarono. Il nome di Frank Zappa non è quasi mai citato in compagnia di questi "gravi" artisti. Le ragioni le troviamo nel fatto che Zappa scelse di occupare una spazio che era tra la seria sperimentazione musicale e l'essere quel provocatore rocker, i cui album sono impossibili da classificare e la cui musica e i testi hanno parodiato tutta la cultura e la controcultura di quegli anni.

Eppure, i "lati parodistici e quelli seri erano complementari, non contraddittori: è stato un compositore molto più ambizioso rispetto a qualsiasi altro musicista rock del suo tempo, come pure la maggior parte dei musicisti classici. Ora è possibile ascoltare, gratuitamente, una playlist di Zappa, nelle vesti totale di compositore, grazie a Spotify Classical Playlist . Credo che tutti ormai dispongono del software gratuito Spotify. E la ricompensa in questo caso.. è grande. Sentirete interpretazioni di brani di Zappa in stile New Orleans jazz e altri in stile funk come "Zomby Wolf" eseguita dall' Asphalt Orchestra; autentici manifesti musicali contro il conformismo come "Hungry Freaks Daddy", eseguita dal Frank Zappa Meridian Arts Ensemble; collage satirici come "Food Gathering in Post- Industrial America, 1992" eseguiti da The Yellow Shark. Il catalogo è vasto e impossibile da riassumere, la musica eseguita da ensemble jazz e classici di tutti i tipi. I fan canonici di Zappa saranno ugualmente ben serviti da un altra Spotify Classical Playlist, che mira a rendere tutta la produzione registrata dall'eccentrico chitarrista / compositore / direttore d'orchestra / con la sua band The Mothers of Invention (o solo con The Mother) messa a disposizione in una discografia cronologica.Saremo in grado di sentire la maggior parte di tutti i 917 brani, più di 56 album, dal debutto Freak Out! del 1966 fino alla compilation postuma Mystery Disc del 1998.

Per quelli che ancora ne fanno una questione ideologica, ricordiamo che come già nel 1983 Zappa parlò di un idea che si avvicinava di molto all'odierno servizio di musica in streaming, e che non tutti per diversi motivi amano scaricare musica dalla rete.
Ideale per i fan devoti di Zappa e per coloro che desiderano avvicinarsi a quest'icona del rock classico sperimentale, la prima playlist di 10 ore circa di musica mette in evidenza un lato di Zappa generalmente incompreso. La seconda è molto più a lunga e raccoglie il suo vasto catalogo in un'unica esperienza di ascolto. In tutto, più di tre giorni pieni di musica di Frank, che aprono la strada per un fine settimana di ascolto davvero .. eccitante.